SempioneMilano

Baby Gang. Rapinatore arrestato. Il giudice: chiudetelo fra 4 mura

Di nuovo i protagonisti dell baby gang. Questa volta è un po’ come se i poliziotti avessero detto: “questo qui, se lo lasciamo libero, prima o poi ammazza qualcuno”. Il ragazzino ha 17 anni, è residente Milano, ed è considerato responsabile di tre rapine. Sono però le circostanze in cui sono avvenute e i suoi precedenti che hanno preoccupato i poliziotti e i giudici del Tribunale dei Minorenni di Milano. Nella istanza con cui si chiede la custodia cautelare in carcere, cioè prima del processo, il Giudice delle Indagini Preliminari ha scritto: ” le esigenze cautelari in contesto intramurario a causa dell’inaudita aggressività del giovane e la sua preoccupante reattività”.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Il ragazzo è una vecchia conoscenza del commissariato Sempione. Era il protagonista di alcuni video e immagini postate sui social mentre, in compagnia di alcuni ragazzi della zona San Siro, impugnava delle pistole calzando un Mephisto, una tipologia di passamontagna che viene usato espressamente per nascondere il viso. Questi ragazzi erano già stati arrestati e colpiti da provvedimenti di custodia cautelare durante l’operazione Bad Kids, effettuata sempre dagli uomini del commissariato Sempione.

Pubblicità

Dallo scorso settembre erano ricominciate delle violente rapine ai danni di giovanissimi. Fra quelle attribuite al 17enne ce n’è una compiuta l’8 settembre 2022, nei pressi dell’Arco della Pace. Un ragazzo di 17 anni era svenuto dopo essere stato colpito al volto da un pugno dopo che avevano tentato di rubargli il portafoglio. La giovane vittima era stata soccorsa e portata in ospedale Il codice rosso e poi dimessa con una protesi di 17 giorni per le lesioni ricevute.

Pubblicità

Poche ore dopo, nella stessa sera ma dopo la mezzanotte, era stato rapinato un 15enne, cui aveva rotto un dente per con un pugno per portargli via la felpa. Quindi, il 20 settembre, al parco Vergani, nella zona di via Pagano il 17 settembre aveva estratto un coltello e lo aveva puntato all’addome di un ragazzo di 16 anni egli aveva portato via 70 euro, un bancomat e la tessera dell’ATM. I poliziotti hanno raccolto le prove della colpevolezza del 17enne sia dalle denunce dalle testimonianze delle vittime e dei testimoni sia sull’analisi dei filmati delle telecamere di sorveglianza, che ormai a Milano sono molto comuni e che sono state acquisite.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.