CorbettaMilano città metropolitana

Corbetta. Bimba liberata dai Vigili del fuoco

Uno spavento non da poco quello che ha subito una giovane mamma nel primo pomeriggio di oggi, a Corbetta. Incidentalmente la sua piccola, di soli 3 mesi è rimasta chiusa in auto, una discovery, con un cagnolino.

Pubblicità

E’ successo in via Verdi, dove sono intervenuti i vigili del fuoco del locale distaccamento. I vigili del fuoco hanno aperto la portiera del Discovery rompendo il finestrino laterale posteriore, in modo che i vetri non andassero addosso alla bimba, e l’hanno liberata riconsegnandola alla mamma. Anche il cagnolino, di piccola taglia, sta bene.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Un discorso per mamme e automobili

Nonostante i tanti tentativi non sono stati fatti molti progressi nel coniugare sicurezza, antifurti e chiusure automatiche delle auto. Anche ora che è tutto elettronico il rischio di chiudere le portiere, dimenticando le chiavi dell’automobile all’interno è ancora ben presente.

Pubblicità

Anzi, ora succede anche che si scarichino le pile del telecomando dell’auto, esattamente dopo che hai chiuso i bambini in macchina per evitare che scendano mentre si sistema la spesa nel bagagliaio. Da madre lo so. In una di queste operazioni complicate ho fatto molto peggio. Ai miei tempi ho messo i bambini sui loro seggiolini, li ho legati, ho chiuso le portiere dell’auto e poi ho aperto il bagagliaio per metterci spesa e passeggini, e in quel momento le chiavi dell’auto sono cadute dalla serratura infilandosi direttamente in un tombino di scolo dell’acqua piovana.

A quei tempi non c’erano i telefoni cellulari, e non potevo allontanarmi dall’auto. L”unica cosa che ho potuto fare è stato trovare un gancio, aprire il tombino e infilare le mani nella melma fino a che non ho trovato le chiavi. Grazie al cielo oggi si può chiamare aiuto e i Vigili del Fuoco.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.