piazza città di lombardia - GioiaMilanoPrima Pagina

Ultima generazione. Bloccano viale Sturzo a Milano per protestare contro il fossile, e forse per profetizzare l’apocalisse

Milano. Questa mattina 5 ragazzi del movimento Ultima Generazione hanno bloccato il traffico in Viale Sturzo, vicino alla sede della Giunta di Regione Lombardia, per protesta. Poi sono stati a lro volta bloccati prima dagli automobilisti e poi dai Carabinieri che hanno interrotto il flash mob e ripristinato la normale circolazione stradale. Li hanno quindi denunciati per resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.

Pubblicità

la scala Rho b&b

I cinque ragazzi di Ultima Generazione infatti si erano seduti in strada, fra le auto, mostrando uno striscione con la scritta “non paghiamo il fossile” e “Stop ai sussidi ai fossili” . L’accusa di resistenza a pubblico ufficiale potrebbe essere dovuta al fatto che i 5 ragazzi non hanno collaborato e si sono fatti trascinare via dai carabinieri a peso morto. La denuncia per resistenza è quindi dovuta ed è un piccolo scotto da pagare per il flash mob in mezzo alle auto.

Pubblicità

Esagerata gioventù

Benchè tutti si sia d’accordo con i tentativi di diminuire l’inquinamento e si preferirebbe e usare l’energia elettrica pulita ci sono delle esagerazioni che possiamo imputare solo alla gioventù. Quasi tutti, specialmente gli anziani, hanno avuto un qualche motivo, da adolescenti, per manifestare per qualcosa che si riteneva importante. Persino quando questo qualcosa ci sembra assolutamente confuso. Perlomeno si capisce che questi ragazzi non vivono solo di videogiochi.

Pubblicità

Molti conoscono la sensazione del cuore che batte forte mentre si fa una cosa proibita per un bene superiore, mentre ci si sacrifica per il resto del mondo. Sono sensazioni che non si dimenticano mai, nemmeno invecchiando e neppure quando il trascorrere del tempo fa dimenticare gli ideali. Vedere un giovane che manifesta per qualcosa in cui crede, solleva il morale, fa ricordare i vecchi tempi e intenerisce i vecchi rivoluzionari. ma non gli automobilisti.

Se invece di bloccare il traffico e farsi insultare e trascinare via dagli automobilisti, restavano sul marciapiedi, mandavano un comunicato stampa in più, qualche foto, e si ricordavano di avvisare la prefettura della loro presenza con lo striscione, era meglio. Noi avremmo avuto la notizia della manifestazione da loro invece che dai carabinieri. Magari saremmo stati meno attenti a quel che dicono, ma loro si sarebbero risparmiati le denunce che sono sempre una gran rottura di scatole.

Pubblicità

Tap gym scarica da goolge play

Ultima generazione. Non paghiamo per il fossile

La sintesi è una bella cosa, ma quella dello striscione è poco chiaro. Si può solo cercare di indovinare. Vorranno dire che non vogliono pagare i mezzi pubblici che utilizzano il carbon fossile, cioè i derivati del petrolio come gasolio, diesel e benzina, per muoversi? Ultima generazione ha pubblicato un sito internet in cui spiegano il loro punto di vista e le loro performance. L’impressione che danno, da ciò che è scritto sul loro sito, è quella di essere un gruppo di catastrofisti con una leggera vena apocalittica, ma sono giovani e i giovani sono sempre apocalittici, catastrofici, ed estremi.

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.