Prima Pagina

Autonomia delle regioni. In arrivo il decreto in consiglio dei ministri

Domani, il decreto sull’autonomia delle Regioni scritto dal ministro alle autonomie Roberto Calderoli sarà sul tavolo del consiglio dei ministri. Potremmo dire che “era ora”, visto che la Lombardia e il Veneto hanno votato per l’autonomia già 5 anni fa, ed è da allora che si attendeva una mossa da parte dei governi che si sono succeduti. Possiamo attribuire il mancato rispetto della volontà popolare ad un difficile discorso di maggioranze parlamentari che ora, con Giorgia Meloni come primo ministro e una schiacciante maggioranza di centro destra, pare superato.

Pubblicità

Sulla velocità, freschezza mentale e indiscutibile capacità e impegno lavorativo del ministro Calderoli si è sempre potuto contare. Un tempo, durante le diverse volte in cui è stato ministro, costituiva un incubo per gli impiegati dei ministeri, perchè arrivava in ufficio alle 8 e non andava via prima delle 20, e produceva molto. Speriamo che i suoi nuovi impiegati ministeriali siano ora invece felici di essersi “milanesizzati” ed essere diventati efficienti e soddisfatti di aver contribuito a cambiare il paese in meglio.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Con Calderoli ministro c’era la certezza che il decreto sull’autonomia delle regioni sarebbe arrivato in tempi brevi sul tavolo del consiglio dei ministri. Ora bisogna però capirne i contenuti e non potremo farlo fino a che non sarà firmato e non avrà trovato l’accordo fra le varie parti della maggioranza. Quindi se ne riparla da domani 2 febbraio 2023.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.