Vandali a Ossona. Specchi, segnali stradali e grondaie rotte

Non si capisce quale gusto possano trovare dei ragazzini di 14, 15 anni a distruggere gli specchi e i cartelli della segnaletica stradale, quando sono in giro per il paese nelle serate in cui dovrebbero passare in compagnia in modo sereno. Eppure il sabato sera, di due settimane fa ben due gruppi di ragazzi di quella età sciamavano per Ossona rompendo, come divertimento, le grondaie delle case, piegando di cartelli stradali e rompendo a sassate gli specchi stradali che servono ad evitare gli incidenti alle auto che escono dalle vie strette e senza visibilità.

Pubblicità

specchi stradali rotti dai vandali

I ragazzini che hanno compiuto il danno sono stati però visti da diverse persone e nella piazza e nelle vie colpite dai vandali sono puntate diverse telecamere di video sorveglianza. I superstiziosi potrebbero dire che rompere gli specchi porta sfortuna, ed è per questo che il danno porterà molta sfortuna a ragazzini colpevoli.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Io direi invece che solo gli stupidi danneggiano le cose pubbliche e, siccome sono stupidi, lo fanno anche sotto alle telecamere. Uno specchio stradale costa quasi 250 euro, e anche per i cartelli stradali vale il concetto che chi rompe paga. Nel caso specifico probabilmente pagheranno i genitori.

Problema di educazione, inciviltà e problematicità

Un ragazzino che, come divertimento, rompe le cose degli altri, o le cose di proprietà pubblica, è già un ragazzino a rischio. Nel migliore dei casi significa che ha dei problemi comportamentali, che vanno risolti al più presto, per evitare che si aggravino fino alla delinquenza. Poi ci sono i casi più gravi di inciviltà e quelli di mancanza di educazione, cioè quei ragazzini cui è mancato l’apporto dell’esempio educativo in famiglia e che, se non interviene la società a fermarli e a spiegare come ci si comporta, si rovineranno facilmente il resto della vita.

Pubblicità

Commenta qui