VanzaghelloMilano città metropolitana

Una buona notizia. Non si è allagato il sottopasso della stazione

In realtà questa è una non notizia, perchè l’intervento immediato sia della Guardia Nazionale sia dei tecnici inviati da Ferrovienord ha impedito che la tempesta di ieri producesse altri danni, fra cui l’allagamento del sottopasso della Stazione ferroviaria di Vanzaghello. L’opera di intervento immediato e di prevenzione ha portato al non verificarsi di una emergenza e, per una volta mi prendo la libertà di scrivere con soddisfazione una buona notizia. Non è infatti successo nulla di pericoloso.

Pubblicità

Nel pomeriggio del primo aprile, il magentino e alto milanese sono stati colpiti da una forte tempestata con un rovescio di acqua importante. Tutto è durato pochi minuti, non più di una decina. La grandine non era molto grossa, ma era molto fitta, e ha lasciato una coltre di palline bianche sulle strade e sui campi per diverse ore. E’ una situazione di potenziale pericolo per i possibili incidenti stradali e per gli allagamenti, specialmente nei sottopassi. Tutto nell’orario in cui la Guardia Nazionale stava per entrare in servizio.

Pubblicità

Arrivate al distaccamento di Vanzaghello, dove hanno la sede in stazione, le Guardie si sono rese conto che il locali sottostanti si stavano riempiendo d’acqua. Non succede spesso. Le pompe installate sotto la stazione pescano le acqua di falda che si alzano e le ributtano poi nel loro corso, impedendo l’allagamento del sottopasso stradale. Però quando piove molto intensamente in un periodo breve, le acque posso salire velocemente e non sempre l’impianto di pompaggio riesce a contenere la situazione. Se l’acqua si alza molto, l’umidità finisce per bagnare le installazioni elettriche e fa scattare i salvavita.

Pubblicità

Purtroppo ciò che impedisce i corto circuiti stacca anche la corrente, e quindi le pompe si fermano e smettono di fare il loro lavoro, e il sottopasso rischia di allagarsi. Non ci si può far molto. E’ una condizione legata alla conformazione del territorio e i sistemi di pompaggio fanno il loro lavoro in modo ottimo. Salvo ieri sera quando, dopo il temporale, una pompa ha iniziato a lavorare male e si è poi fermata. E’ scattato il salvavita e l’acqua ha iniziato a salire.

Immediato l’alert

Le Guardie hanno immediatamente chiamato la centrale operativa che ha subito inviato i tecnici per la sostituzione dell’impianto di pompaggio. Gli operai hanno lavorato dalle 17 circa fino alle 23, il sottopasso non si è allagato e la pompa è stata sostituita. Nessuno si è accorto di nulla, il traffico nel sottopasso stradale non ha avuto problemi, e l’unica conseguenza è stata che non ho una notizia da darvi. Ma, in questo caso, è una buona notizia.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.