Povero piccolo Leo, il volpino di pomerania

Una triste notizia ha raggiunto la nostra redazione. Il volpino di Pomerania Leo, che lo scorso dicembre era stato aggredito da un pittbull, non c’è l’ha fatta. Avevamo raccontato della sua disavventura sulle pagine del nostro giornale, e anche di quella dei padroni del pittbull, anziani e ammalati che, racconta la nostra fonte, erano altrettanto tristi e disperati per quanto successo e hanno pagato tutte le spese mediche. Il pittbull era scappato da un cortile nel momento concitato dell’arrivo di un’ambulanza per un soccorso urgente.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Leo però non è morto per le ferite. Era stato curato bene. L’aggressione subita ha solo accelerato il decorso di un tumore latente che non si sapeva avesse. Dopo l’intervento era triste e non mangiava quasi più, fino a quando ha smesso del tutto. Una scodinzolata ad un’amica che si era accorta che qualcosa non andava e un corsa dal veterinario per fare un’ecografia, e il piccolo Leo ha attraversato il ponte degli animali. Si dice che le persone in paradiso saranno felici, ed è impossibile che siano completamente felici se non hanno con sè gli animali che hanno amato. E’ una consolazione per chi si era affezionato al cagnolino e per i suoi padroni, quindi speriamo sia davvero così.

Pubblicità

Il pittbull, che era in condizioni di stress quando ha aggredito il volpino, per il momento sta bene ed è costudito in modo sicuro, dicono sempre le fonti.

Commenta qui