Omicidio a Milano. Preso l’omicida ma la vittima è ancora sconosciuta

A Milano alle 7:30 del mattino del 19 febbraio 2022 alcuni condomini di via Marco d’Agrate 21 hanno segnalato al 112 una lite in corso fra due cittadini nordafricani in un appartamento. Giunti sul posto i poliziotti dell’ufficio di prevenzione generale hanno trovato un uomo a terra con due ferite da arma da taglio.

Pubblicità

Villa Carla. Residenza per Anziani

Omicidio

L’uomo è morto poco dopo, mentre i sanitari del 118 stavano tentando di rianimarlo. Nell’appartamento c’erano anche altre persone proveniente dal nord Africa fra le quali un uomo con gli abiti sporchi di sangue. Ii poliziotti della squadra mobile quindi intervenuti subito sul posto analizzato la scena del delitto e hanno ascoltato le persone che erano presenti. In giornata sono riusciti a ricostruire i fatti. Sembra essersi trattato di una lite degenerata tragicamente a coltellate. Poi in serata gli uomini della Polizia di Stato hanno fermato un marocchino di 27 anni che è ritenuto l’omicida.

Pubblicità

La vittima è uno sconosciuto senza documenti

Non è ancora stato possibile però identificare la vittima. Si tratta quasi sicuramente di un nordafricano ma le prime indagini non sono riuscite a stabilire la sua identità. Questo può capitare perché non aveva documenti e non era mai stato fermato in Italia, quindi nel sistema digitale interforze non esistevano le sue impronte digitali oppure delle foto. La Polizia di Stato sta continuando le indagini e ascoltati i testimoni per dare un nome al morto.

Anche un’altra aggressione

Sempre in via Marco d’Agrate, mentre la polizia e i sanitari intervenivano al civico 21,in strada all’altezza del civico 19 è stata segnalata l’aggressione di una donna di 34 anni. Sul posto sono intervenuti i sanitari della Croce oro, ma poi non hanno effettuato nessuna trasporto al pronto soccorso. La notizia è in aggiornamento.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Commenta qui