Ossona. Elisoccorso nel campo parrocchiale. Ha portato i medici per un malato

Ossona. Questo pomeriggio abbiamo assistito ad una operazione di soccorso in parte sorprendete da parte del 118. Un elicottero Babook dell’elisoccorso ha trasportato dei medici rianimatori dall’ospedale Bassini di Milano fino a Ossona, per assistere un uomo di circa 70 anni che si era sentito male in un appartamento di via Bosi.

Pubblicità

Creatilab

Il punto di riferimento per l’elicottero, a parte le coordinate gps, era la presenza di un’ambulanza. Dovevano scendere nel punto più vicino a dove si trovava il mezzo di soccorso. In genere è il campo agricolo vicino al campo da calcio dell’Ac Ossona, ma dopo aver sorvolato la via Bosi non hanno avvistato le luci blu dell’ambulanza e così hanno iniziato un giro di ricognizione. Alle volte capita che le coordinate dei gps non siano precise, dipende tutto dalla connessione internet e da quella satellitare. L’ambulanza si trovava in un cortile di via Bosi e dall’alto era impossibile vederla.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Durante il giro di ricognizione, che viene effettuato in genere sull’obiettivo a cerchi sempre più larghi e bassi hanno individuato un’ambulanza e un campo sportivo. Solo che era il campo da calcio della parrocchia, in viale Europa, e le ambulanze non erano quelle del 118 ma una delle ambulanze non Areu della EMT ( trasportano ammalati non in emergenza). Il pilota dell’elisoccorso ha deciso di atterrare lì. Spazio ce n’è. Dal 112 hanno avvisato la polizia locale di Ossona di recarsi a prendere i medici nel punto di atterraggio per portarli in via Bosi, dove si trovava l’uomo che si era sentito male.

Il campo da calcio parrocchiale è chiuso. SI entra dall’oratorio. A bordo dell’elicottero ci sono delle cesoie per tagliare le reti e altri ostacoli. Fortunatamente le manovre dell’atterraggio dell’elicottero non sono sfuggite e a Domenico Barbaglia, che abita di fronte al campo da calcio dell’oratorio, che sapeva dove erano le chiavi del cancelletto d’entrata su viale Europa. Domenico Barbaglia ha attraversato la strada e ha aperto il cancello ai medici. In quei momenti sono arrivati gli agenti della polizia locale, a sirene spiegate, che hanno raccolto i medici e li hanno portati in via Bosi, al capezzale dell’ammalato.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Purtroppo nonostante la velocità dell’intervento e la formidabile capacità di affrontare gli imprevisti da parte dell’elisoccorso, non è stato possibile salvare l’ammalato. Non era probabilmente il suo destino. Purtroppo i medici arrivati in elicottero hanno potuto solo constatare la morte di Giuseppe Notarangelo, di 70 anni,

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui