Busto GarolfoMilano città metropolitana

Busto Garolfo. Per disperazione si dà fuoco durante lo sfratto da casa

Busto Garolfo. Nella mattinata del 20 gennaio un uomo di 52 anni, di origini nordafricane, ha tentato di togliersi la vita dandosi fuoco davanti ai carabinieri mentre avvenivano le operazioni per lo sfratto dalla sua casa, in via Tagliamento. Ora è gravissimo all’ospedale di Niguarda, ma non è in pericolo di vita.

Pubblicità

La tragedia si è consumata in pochissimi momenti. Nell’appartamento erano presenti anche i carabinieri della compagnia di Legnano, che ha competenza sulla zona. L’uomo infatti all’arrivo dell’ufficiale giudiziario si era chiuso in bagno e non voleva uscire. I carabinieri stavano tentando di convincerlo. Uno di loro ce l’aveva fatta, l’uomo sembrava convinto ad aprire al porta, ma si era già cosparso di liquido infiammabile. Ha aperto la porta e prima che potessero impedirglielo ha acceso le fiamme ed ha iniziato a bruciare.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

I carabinieri sono riusciti ad avvolgerlo in una coperta spegnendo le fiamme. Nell’operazione anche un carabiniere è rimasto leggermente ustionato. Soccorso immediatamente è stato portato all’ospedale di Niguarda dove esiste un team per i grandi traumi. L’uomo ha infatti ustioni di primo e secondo grado su tutto il corpo. Era già seguito dai servizi sociali per la ricerca di un’altra sistemazione abitativa.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.