Rifiuti: ritiro in tilt causa Covid e malattia. Arluno, Albairate, con eventuali disagi a Morimondo e Ozzero

Personale in malattia per Covid e altro, ritiro rifiuti in tilt, disagi e un brutto incidente ad Albairate. Tutto concentrato in un giorno. La percezione della gente è però quella che alla base ci siano problematiche organizzative o quanto meno nella gestione delle Risorse umane. Ma che è successo lunedì 27 dicembre 2021?

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

“Oggi il nostro appaltatore primario Idealservice ha registrato 14 defezioni per problematiche connesse al Covid-19, cui si sommano altre 15 assenza per malattie diciamo ordinarie, infortuni e altro – ha dichiarato il direttore del Consorzio dei Comuni dei Navigli Christian Migliorati – se la situazione dovesse ulteriormente peggiorare, potremmo vederci costretti, nostro malgrado, ad adottare le azioni emergenziali. Nel pomeriggio di lunedì si è poi verificato un grave sinistro presso l’impianto di biodigestione anaerobica Ecoprogetto Milano S.r.l. di Albairate, cui è destinata la frazione umida e la frazione verde dei nostri RSU; non è stato quindi possibile provvedere allo scarico di alcuni trailer di grosso volume”. Pertanto tutto é stato rimandato al mattino seguente con ovvi dusagi e con conseguente allungamento, per i Bacini 2-3, dei tempi di chiusura dei servizi in programma (che sono quindi stari completati nel pomeriggio). Il tutto considerando peraltro che la frazione umida esposta è stata in quantitativo doppio se non superiore rispetto all’abituale, vista la sospensione della raccolta nella giornata di Natale e considerata l’incidenza delle due giornate festive sull’incremento della produzione; a rischio anche la puntualità nella raccolta della frazione verde presso i Comuni di Morimondo e Ozzero.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Nella giornata di lunedì 27 dicembre 2021, durante le operazioni di scarico di un autocompattatore, si è verificato un incidente che ha reso inservibile per tutto il pomeriggio uno dei due punti di conferimento in vasca. Alla base l’eccesso di carico da parte di un trasportatore. L’ipotesi è quella che, a seguito della scarsità di personale, i mezzi vengano caricati il più possibile per ridurre il numero di viaggi.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

“Ho tenuto contatti con i referenti dell’impianto che mi hanno confermato che non sono stati coinvolti lavoratori e le strutture non hanno subìto danni – ha spiegato il sindaco Crivellin – Alle 20.30 mi veniva confermata la rimozione del mezzo con il ripristino della piena operatività. Soltanto durante le attività di estrazione del mezzo pesante dalla zona di conferimento, si è resa necessaria l’apertura di emergenza della doppia porta. Per recuperare i conferimenti rinviati al giorno successivo, è stata predisposta l’apertura mattutina anticipata in modo da consentire il recupero nei tempi più rapidi possibile”.

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.