LambrateCernusco sul NaviglioMilanoPrima PaginaSegrateVimodrone

Con la paletta in mezzo ad un’ operazione di polizia. Nei guai

Milano. Un’operazione della polizia in borghese per catturare due spacciatori è stata messa in difficoltà da un uomo che sventolava la paletta bianca e rossa. Lo spacciatore è scappato e i poliziotti si sono arrabbiati. È successo giovedí.

Pubblicità

Una mappatura dello spaccio, effettuata dai poliziotti del Commissariato Lambrate, ha permesso di definire le aeree qua w in cui avvengono le cessioni di droga nei quartieri del Municipio e nei comuni limitrofi Segrate, Vimodrone e Cernusco sul Naviglio, dicono dalla polizia.

Pubblicità

Giovedì pomeriggio i poliziotti in servizio di appostamento lungo via Rombon, nel monitorare alcuni spacciatori che sono soliti vendere sostanze stupefacenti in quella zona, hanno notato che due di loro si stavano spostando in un’area boschiva adiacente alla via Cassanese, tra i comuni di Segrate e Pioltello, dove sono stati avvicinati da alcune persone.

Pubblicità

Gli agenti sono intervenuti per fermarli ma, alla loro vista, sono scappati.I poliziotti ne hanno bloccato e arrestato uno, un marocchino di 19 anni che aveva 240 dosi di cocaina per un peso complessivo di 217 grammi.

L’altro è riuscito a fuggire grazie all’aiuto involontario (si spera e deduce) di un italiano che, utilizzando una paletta falsa, ha ostacolato l’inseguimento facendo perdere tempo prezioso ai poliziotti veri. È stato indagato in stato di libertà per usurpazione di titoli e resistenza a pubblico ufficiale.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.