Ossona

C’è una gazza che attacca chi indossa pajette

Ossona. In via Trento, all’altezza del Numero 16, una gazza sta creando qualche piccolo problema. Per proteggere il suo nido e suoi piccoli attacca le persone che passano a piedi.

Pubblicità

Il suo bersaglio preferito sono proprio i piedi. Specialmente quelli delle donne con i sandali che luccicano, ma non disdegna borse e altri accessori luccicanti o gli specchietti. Non attacca però le persone con i cani.

Pubblicità

L’uccellino sta difendendo i suoi piccoli. Quindi se passate in zona state lontano e trattatela con simpatia nonostante gli attacchi. Non può far molto male e ha una missione da compiere. Intanto che scrivo i residenti e altre istituzioni si stanno attivando per risolvere il problema. L’unico sistema è transennare la zona. Non toccate assolutamente il nido, se lo trovate, e non spostatelo. Causereste la morte dei piccoli. Come si tocca il nido la mamma lo abbandona. Inoltre è un reato e verreste multati. La popolazione naturale di animali urbani è protetta e appartiene al demanio statale. E’, cioè, un bene comune e non va danneggiata. Sono proprio enti statali preposti e specializzati sugli animali che devono intervenire a protezione anche delle persone. In questo caso bisogna aver un pochino di pazienza e aspettare che i piccoli diventino autonomi e volino via. Il problema si risolverà da solo.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.