UncategorizedCorvettoMilanoMilano città metropolitana

Il video dell’arresto in metropolitana, stazione Corvetto

Milano, ecco il video dell’arresto di uno scippatore. Si era lanciato nella galleria della metropolitana gialla, in stazione Corvetto, per sfuggire all’arresto e si era arrampicato su una delle scale che conducono alle grate di areazione delle gallerie, che però era chiusa, dimostrando di avere una quasi perfetta padronanza del territorio e delle gallerie.

Pubblicità

Il video dell’arresto

Oggi la polizia di stato ha diffuso il video dell’arresto. Gli agenti della polizia di stato lo ha trovato sopra la scala, con in mano un coltello, a penzolare mentre cercava di uscire. Sono nata a Milano e ho sempre usato la metropolitana ma l’idea di essere costretta ad addentrarmi nelle gallerie a piedi fa parte dei miei incubi.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Entrare nella galleria è una cosa che si fa, al massimo, quando il treno si ferma e bisogna evacuare alla svelta. Non mi è mai successo, ma la possibilità fa parte delle istruzioni scritte vicino alle porte dei treni della metropolitana. In altri casi mai ci si sognerebbe di passare il limite della banchina della stazione della metropolitana. Di là ci sono le rotaie elettrificate, la possibilità di essere investiti dai treni, e anche la possibilità di essere arrestati per interruzione di pubblico servizio, nel caso in cui l’Atm si accorga della presenza estranea nelle gallerie.

Pubblicità

Insomma, nessuno riuscirebbe a farmi entrare da sola, senza treno, in quelle gallerie. Suppongo che siano in parecchi ad avere la mia stessa fobia. Ed è forse su questo che faceva conto il giovane egiziano che ieri ha scippato una donna ed è stato inseguito prima dalla folla inferocita e poi dagli agenti della polizia. Nella sua cattura sono rimasti contusi anche dei poliziotti e una guardia giurata è stata ferita ad un braccio da una coltellata.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.