Cronaca Lombardia

Muay Thai. La vendetta della vittima dei bulli

Vimodrone –  Il 23 maggio alle 19,00 due nordafricani hanno aggredito a calci e pugni un ragazzo di 17 anni che stava percorrendo la pista ciclabile della Martesana, buttandolo a terra, per rubargli il portafoglio. Pochi muniti dopo stavano dandosela a gambe, senza portafoglio e dopo aver preso una buona dose della stessa moneta.

Pubblicità

Il giovane 17enne infatti è un esperto di arti marziali, per la precisione di Muaj Thaj, la boxe thailandese. Appena colpito, si è rialzato da terra e a cominciato a colpire. Dopo la fuga dei due nordafricani, che ora sono ricercati per l’aggressione al minorenne, il giovane ha dovuto essere medicato al pronto soccorso, dove è stato giudicato guaribile in 10 giorni per i primi colpi ricevuti. Quindi ha sporto denuncia nella stazione dei carabinieri di Vimodrone.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Soddisfazioni…

Raccontare una storia in cui la vittima ha la meglio sugli aggressori è già una bella soddisfazione. Ancor di più in questo caso perchè il 17enne è stato, quando aveva solo 10 anni, la vittima di un caso di forte bullismo che era sfociato in una denuncia. Lo avevano preso di mira, picchiandolo diverse volte, perchè era davvero bravo a scuola.  Conclusasi quella storia i genitori lo avevano iscritto ad una scuola di arti marziali.

Pubblicità

Buono, bravo e tranquillo si, ma non per questo vittima designata. Praticare una disciplina sportiva impegnativa gli è stato utile, e non solo per acquisire sicurezza in sè stesso. Ne sanno sicuramente qualcosa i due nordafricani che speriamo, ci penseranno su un po’, prima di aggredire ancora qualcuno.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.