Prima PaginaBaggioMilanoMilano città metropolitana

Sgomberata caserma occupata dai rom

Lo scorso gennaio c’era stata una manifestazione di cittadini che si lamentavano dell’occupazione degli edifici della ex ospedale e della ex caserma militare che si trova fra Via Forze Amate e via Olivieri da parte di gruppi di rom. A parte la sporcizia generata dagli occupanti abusivi e l’illegalità dell’occupazione di edifici pubblici, gli abitanti del quartiere avevano notato un escalation nel numero dei furti e dei borseggi. Si erano presentati al presidio sventolando le bandiere di Matteo Salvini, quasi a chiamarlo e a chiedere il suo intervento. I

Pubblicità

Lo sgombero

eri mattina con una operazione in forze predisposta dal Questore di Milano Marcello Cardona, cui hanno partecipato la polizia di Stato, i carabinieri, i vigili del fuoco,la polizia locale milanese, la protezione civile e gli addetti del comune di Milano, gli edifici sono stati sgomberati. Gli agenti hanno identificato le persone che si trovavano all’interno e nei pressi della caserma, e hanno appurato che si trattava effettivamente di persone di etnia rom e di origine magrebina.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Operazione in forze

Per le identificazioni e  polizia di stato, oltre agli uomini del commissariato di Via Lorenteggio, sono sono state impiegati uomini dell’ Ufficio Prevenzione Generale, DIGOS, Squadra Mobile, Reparto Prevenzione Crimine, Reparto Mobile e Polizia Scientifica.  Lo scopo era anche quello di censire ed allontanare gli abusivi, per permettere i lavori di messa in sicurezza e recupero degli astabili da parte del comune. L’operazione si è conclusa con 2 persone accompagnate al commissariato per accertamenti e 34 persone portate all’ufficio immigrazione di Fatebenefratelli per la valutazione della loro posizione.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.