Prima PaginaCronaca Lombardia

Sequestrati i beni di Salvatore Mammino. 800 mila euro

Garbagnate milanese – Continua la guerra che le forze dell’ordine stanno conducendo contro la delinquenza utilizzando il metodo “segui la traccia del denaro”. Si tratta infatti di grandi sequestri di beni nella disponibilità o di proprietà di malavitori, il cui possosso e valore non trova giustificazione se non nel reimpiego di denaro ottenuto attraverso i reati.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nella mattina del primo febbraio la Divisione Anticrimine della Questura di Milano ha sequestrato a Salvatore Mammino, oggi in carcere, 800mila euro in beni mobili e immobili. Il Mammino è in prigione per una lunga serie di delitti I suoi precedenti penali sono terrificanti. Tra questi ci sono omicidio, lesioni, reati inerenti gli stupefacenti, associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti e rapine, sequestro di persona, furto, atti di libidine, favoreggiamento personale, minacce, incendio doloso, esplosioni pericolose, guida senza patente, evasione ed estorsione, detenzione e porto abusivo di armi da guerra.

Pubblicità

Mammino in passato ha avuto legami con esponenti criminali del quartiere Quarto Oggiaro, ed è stato inoltre coinvolto in diverse rapine a mano armata in danno di banche. Uno, insomma, da tenere strettamente in carcere e buttare la chiave della cella. Il decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Milano, Sezione Autonoma Misure di Prevenzione, su proposta del Questore di Milano, ha riguardato un appartamento in villa a Garbagnate Milanese, composto da 9 locali più servizi, un’autovettura Mini Cooper, 53 cambiali legate alla cessione di un bar per un valore di 1200 Euro l’una, e vari gioielli il cui acquisto non è giustificato dai redditi dichiarati da Mammino.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.