Via Sile. Rubava nelle auto. Preso per il sedere

Era infilato ancora con metà busto nel finestrino rotto di una mercedes e con le terga sporgenti mentre stava frugando fra gli effetti personali del proprietario, quando è stato sorpreso dai carabinieri della radio mobile di Milano.

Pubblicità

Lo hanno trovato così. Metà dentro l’auto e metà fuori. Quando sono riusciti a tirarlo fuori dall’auto e a farlo smettere di mettere le mani far le cose non sue, ha anche tentato la fuga e tirato un pugno ad uno dei militari. E’ stato immediatamente bloccato. Passerà quindi alla storia come il primo ladro e danneggiatore di automobili cui hanno arrestato, per prima cosa, il sedere.

Pubblicità

Culture digitali

E così, infatti, con sedere per aria, che è stato arrestato questa mattina un cittadino italiano di 23 anni, nel parcheggio di Via Sile, zona Corvetto. Prima che alcuni passanti chiamassero i carabinieri aveva fatto in tempo a danneggiare tre automobili nello stesso parcheggio, rompendo i finestrini e impossessandosi degli effetti personali che erano riposti all’interno delle automobili. La refurtiva che gli è stata trovata addosso ha permesso di certificare la flagranza di reato anche per i furti nella altre due automobili. All’atto dell’identificazione in caserma si è scoperto che, nonostante la giovane età, il ladro preso per il sedere ha un lungo trascorso di precedenti di giustizia per reati dello stesso genere. Furti e danneggiamenti nelle automobili. Gli stessi per i quali è stato processato per direttissima questa mattina, cui però si è aggiunta anche la resistenza a pubblico ufficiale.

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui