SaluteMilano

Uova al finopril a Milano. Non mangiate l’omelette di via Canonica

Una partita di omelette surgelate, commercializzate dalla ditta International Trade Group, situata in via Canonica 35, a Milano, è risultata prodotta con uova contaminate dal Fipronil. La sostanza è tossica per l’uomo se ingerita in grandi quantità, e si chiede quindi a chi le ha acquistate di non mangiarle e di riconsegnarle al punto vendita di via Canonica, oppure agli uffici dell’ Ats Città Metropolitana.

Pubblicità

Le omelette risultate positive e ancora presenti nei magazzini dell’azienda sono state poste sotto sequestro. Le confezioni di omelette si chiamano ‘Atsuyaki Tamago‘ e sono distribuite dall’azienda tedesca Kagerr, di cui l’International Trade Group è distributore per l’Italia. La partita è composta da 127 confezioni con data di scadenza al 16 febbraio 2018.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Purtroppo dallo scorso 29 giugno 117 confezioni sono già state vendute al consumatore finale. All’interno dell’esercizio commerciale sono stati posti dei cartelli e si spera di raggiungere con l’informazione quanta più gente possibile prima che abbia mangiato l’omelette.

Pubblicità

Completati i controlli sulle uova lombarde

I controlli sono stati effettuati in collaborazione fra i carabinieri del Nas e l’ Ats Città Metropolitana di Milano e questo è finora l’unico caso risultato positivo in Lombardia e non riguarda le uova prodotte in Lombardia.
Il piano di controlli sulle uova nostrane, infatti, effettuato in accordo con il Comando dei Carabinieri Nucleo Anti Sofisticazione, è  stato completato. I risultati si attendono per il prossimo venerdì, ma fino ad oggi non sono stati segnalati casi di uova lombarde contaminate. La notizia dell’ allerta è stato diffusa tramite una nota dell’assessore dalla sanità di regione Lombardia, Giulio Gallera

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

3 pensieri riguardo “Uova al finopril a Milano. Non mangiate l’omelette di via Canonica

  • Un vero modo, sicuro ed economico al contempo, per combattere la contraffazione e le adulterazioni alimentari è la serializzazione dei prodotti. Servizi come my-validactor offrono tutto ciò a prezzi vicini allo zero se non addirittura gratuitamente. Se solo lo si volesse davvero le contraffazioni e le adulterazioni in particolare sarebbero facilmente contrastate con armi appropriate, disponibili, economicissime e italiane. Così vorremmo vedere le informazioni sui prodotti alimentari e non, chiare concise e precise http://www.my-validactor.com/blog/files/47efe66d9a228e5e737ff904a6f9fff9-85.html

  • Avatar photo germana Casillo

    Sulle omelette, cioè le frittate?

  • Avatar photo Ilaria Maria Preti

    In effetti, anche se il metodo di controllo è valido, controllare le frittate è più difficile..

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.