OssonaMilano città metropolitana

Ancora un disastro alla piazzola ecologica

Ossona – La piattaforma ecologica di via Verdi è aperta da meno di un mese e sono già iniziati i problemi. Molte le lamentele a causa della larghezza della rampa di accesso.

Pubblicità

Ci sono cose che nascono male e non le raddrizzi nemmeno con tutta la buona volontà. Altre volte si può parlare di sfortuna. Altre volte invece si può parlare di menefreghismo totale e forse è questo il nostro caso. La vicenda della piazzola ecologica di Ossona è lunga e piena di colpi di scena. Negli ultimi tempi quello più eclatante fu del 1 aprile dello scorso anno quando, uno scherzo  annunciava l’inaugurazione alla presenza dell’allora Premier Matteo Renzi.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Chi cascò nel pesce d’aprile, ebbe anche la fortuna di scoprire una grossa voragine all’interno della piazzola stessa.  Nei mesi seguenti una bugia tirava l’altra. In consiglio comunale la maggioranza sosteneva di non essere in causa con la ditta costruttrice, poi  annunciava l’apertura a settembre, poi a novembre, e così via.

Pubblicità

Infine l’apertura è arrivata, a giugno 2017. Il buco non c’è più. Rimane da chiedersi come mai l’amministrazione comunale, dopo aver finalmente concluso l’opera (in ben 15 anni) ha aperto la discarica in sordina, senza inaugurazioni di nessun tipo. Il motivo lo si è scoperto in questi giorni. La discarica presenta alcuni problemi strutturali che potrebbero essere annoverati fra i difetti.

La rampa di accesso alle automobili che dovrebbe servire a facilitare il conferimento ai cassoni è troppo ripida per carretti e biciclette, e troppo stretta per le automobili grosse e per i furgoncini. Possono passarci solo le utilitarie, piccole. Per evitare che queste possano finire nei cassoni è stato costruito un muretto alto circa un metro che rende estremamente difficoltoso lo scarico. Così quando arrivano anziani, e non solo loro, devono intervenire i due operatori per poter gettare i rifiuti oltre il muro.

Pubblicità

Questo è il racconto che mi hanno fatto. Non c’è che dire. Alla giunta Venegoni non gliene va bene una. Non si può però per loro parlare di sfiga. Io direi che è piuttosto mancanza di cura. I collaudi della rampa non sono stati fatti? Non intendo quelli di legge, ma quelli del buon senso.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.