Cronaca LombardiaPrima Pagina

Dopo Area 51, a Rho la Commissione speciale Antimafia di Regione Lombardia

Mercoledì 31 maggio, alle 17.00, la Commissione Speciale Antimafia di Regione Lombardia si riunirà a Rho. E’ l’occasione per far visita anche alla locale commissione antimafia istituita dal Comune di Rho. La riunione è aperta al pubblico e si terrà nel Palazzo Comunale di piazza Visconti. I commissari delle due commissioni si riuniranno in assemblea comune per analizzare i movimenti, i flussi e gli interessi della malavita organizzata nel nord ovest Milanese.

Pubblicità

Il Consigliere Regionale e Segretario della Commissione Antimafia Marco Tizzoni ha commentato l’iniziativa, che si svolge mentre è ancora sono ancora in corso alcune parti dell’operazione Area 51. “La seduta congiunta è la dimostrazione della volontà di contrastare e combattere i fenomeni malavitosi sempre più numerosi sul nostro territorio. Sono onorato di aver favorito questa riunione esterna della Commissione. In questi 4 anni di mandato sono solo 4 le volte che la Commissione si è riunita ufficialmente fuori dalla sua sede istituzionale di Palazzo Pirelli”.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Operazione area 51. Sgominata la ndrina Gallace Riitano

E di questi giorni operazione delle forze dell’ordine Area 51, che pare non si sia ancora conclusa. Per il momento ha portato in carcere 21 persone,  legate al clan della ndrangheta Gallace. La drina originaria di Guardavilla e di Anzio, aveva formato una “locale” che si è stanziata ad Arluno nel Nord Ovest della provincia milanese, sin dal 2005. Gli arrestati si dedicavano al commercio e alla distribuzione della droga, specialmente cocaina.  Incredibili le dimensioni.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Dalla base logistica del tranquillo comune della provincia milanesi, i malavitosi tessevano “affari” direttamente con i cartelli della droga colombiani. Acquisti, sistemi di finanziamento per l’anticipo della trattativa internazionale, organizzazione del trasporto del denaro e della droga, autofficine e meccanici che preparavano doppifondi e bonificavano le auto dalle cimici delle forze dell’ordine.

Telefonini blackberry difficili da intercettare. Un’organizzazione logistica invidiabile che rendeva centinaia di migliaia di euro ogni mese e che si svolgeva attraverso tutta la provincia milanese, a Roma e in Lazio, Barcellona e la Colombia.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.