PoliticaPrima Pagina

Lega Nord e Luca Ferrari chiedono il riconteggio

Corbetta – Una manciata di voti di differenza fra la coalizione del PD, che è stato incluso al ballottaggio, e la Lega Nord. Solo 37.  Un differenza troppo piccola e qualche scheda nulla che potrebbe non essere tale ha spinto a chiedere il riconteggio delle schede. Su Corbetta non è ancora detta l’ultima parola.

Pubblicità

matteo salvini luca ferrari fabrizio cecchettiLa Lega Nord ha superato, in voti, anche Vivere Corbetta, la lista civica di riferimento del candidato sindaco Marco Ballarini, arrivato primo al ballattoggio. Fulvio Rondena, sostenuto dal Pd, è stato ammesso al ballottaggio, ma fra la coalizione che sostiene Luca Ferrari (Lega Nord più civiche) e quella che sostiene Fulvio Rondena ( PD e il gabbiano) ci sono solo 37 voti di differenza. Non si sospettano brogli, dice Luca Ferrari, ma di uno scrupolo. Il candidato sindaco Leghista ha dato l’annuncio di aver chiesto insieme ai partiti che lo sostengono il riconteggio delle schede anche tramite la sua pagina Facebook.

Pubblicità

“Desidero ringraziare Corbetta e gli elettori: 2.255 voti raccolti in un solo mese (dei quali 115 espressi solo al candidato sindaco) grazie all’impegno straordinario della Lega Nord e della lista civica che hanno creduto in me e scelto una proposta di forte cambiamento sulla scorta del buon lavoro svolto in questi cinque anni, sono un risultato per certi versi incredibile. Chiederemo la verifica dei numeri scaturiti dalle urne non per il timore di brogli, ma perché la distanza così ravvicinata da Fulvio Rondena e lo spoglio dei voti avvenuto in piena notte, e protrattosi sino alla mattina, possono aver facilmente indotto qualcuno all’errore, ovviamente in buona fede. I valori della Lega e del centrodestra li abbiamo rappresentati al meglio, benché Marco Ballarini abbia riscosso anche lui un eccellente risultato. Ho cercato di impegnarmi al massimo, nonostante gli errori che possiamo aver commesso. E’ stata un’esperienza umanamente fantastica, della quale ringrazio tutte le persone che mi sono state vicine: Matteo Salvini, Massimo Garavaglia, Fabrizio Cecchetti, Paolo Grimoldi, Umberto Maerna, Luca Squeri, Luca Del Gobbo e tutti i candidati al Consiglio comunale. Nei prossimi giorni valuteremo le decisioni della coalizione in merito al ballottaggio del 19 giugno. Grazie, Corbetta.”

Pubblicità

La differenza è di 37 voti tra i candidati Sindaci e solo 15 meno del PD

I risultati fra i tre candidati sono davvero vicinissimi. Anche Marco Ballarini, risultato il primo, non si discosta molto. Dal momento che ci sono anche 198 schede nulle e 53 schede bianche è più che comprensibile la richiesta di una verifica. Marco Ballarini ha avuto 2.480 voti (27,77%) mentre la sua lista civica Viviamo Corbetta ne ha raccolti 1.548 (18,21%). Forza Corbetta ha avuto 678 voti pari al 7,97% e Rivoluzione Cristiana 71 voti (0,83%). In totale le tre liste hanno avuto 2.297 voti (27,03%). 183 voti sono andati solo al candidato sindaco.
Fulvio Rondena ha ottenuto  2.292 voti (25,67%), il Partito Democratico 1.747 voti  pari al 20,56% e il Gabbiano 443 voti  (5,21% lista) i voti di per il centrosinistra sono stati  2.190 (25,77%)
Invece Luca Ferrari ha ottenuto  2.255 voti per il 25,25%, 37 in meno di Fulvio Rondena, Fratelli d’Italia-AN e altri 425 voti cioè il 5%, ma il riconteggio è stato chiesto dalla Lega Nord che ha avuto 1.732 voti (20,38%), cioè 184 voti più di Viviamo Corbetta, la lista di riferimento di Marco Ballarini,  e 15 meno del partito democratico.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.