OssonaPrima Pagina

Cade dalla Yamaha per un raggio di sole

Cuggiono, un giovanissimo, appena 16 anni, ha perso ieri il controllo della sua moto, una Yamaha 125, ed è caduto. Ha raccontato di essere stato abbagliato da un raggio di sole che lo ha colpito negli occhi.. In soccorso è arrivato anche l’elicottero del 118.

Pubblicità

la scala Rho b&b

cuggionoPoteva andare molto peggio a L.B. 16 anni appena. Stava percorrendo la via Francesco Somma, in sella alla sua Yamaha, quando è stato colpito dal riflesso di un raggio di sole che lo ha accecato, spaventandolo e facendogli così perdere il controllo della moto. Sembra che il ragazzo abbia intravisto, nella visuale difficile, la sagoma di un camion e ha temuto che partisse. Ha avuta paura di non essere stato visto. Un attimo di panico, i riflessi fin troppo pronti e ha sterzato. Così ha sbandato, perdendo il controllo e finendo a terra. Immediati i soccorsi che sono giungi sul posto con una ambulanza della Croce Bianca, mentre si è alzato in volo anche un elicottero del 118, pronto per ogni evenienza.

Pubblicità

Il ragazzo è stato medicato sul posto e poi portato in codice giallo all’ospedale Fornaroli di Magenta. Il sospetto è quello di una frattura ad una gamba.
Il giovane era vigile. Non ha perso conoscenza e così ha potuto raccontare cosa era successo e come mai era caduto; anche ai suoi genitori che sono stati avvisati e sono arrivati immediatamente sul posto, hanno potuto così rendersi conto che le condizioni del ferito non erano quelle che si era temuto in un primo momento.
Sul luogo dell’incidente per effettuare le indagini su come si è svolto l’incidente si sono recati gli agenti della polizia locale di Cuggiono. (foto di Francesco Maria Bienati)

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.