PoliticaPrima Pagina

Chiude il termovalorizzatore Accam di Busto Arsizio

Busto Arsizio (Varese) – Chiude il termovalorizzatore di rifiuti Accam di Busto Arsizio, che tanto faceva discutere anche nella zona dell’Altomilanese. Infatti la struttura, obsoleta, era sul confine fra la province di Milano e Varese. Il vicepresidente del consiglio di regione Lombardia, Fabrizio Cecchetti, ha commentato la notizia con soddisfazione.

Pubblicità

la scala Rho b&b

chiude il termovalorizzatore accam“Ottima notizia: si tutela la salute dei cittadini e il bene del territorio”. Queste sono le prime parole pronunciate da Fabrizio Cecchetti quando è stato informato della decisione del consiglio di amministrazione di Accam di chiudere il termovalorizzatore entro il dicembre 2017. Poi ha aggiunto la spiegazione del suo atteggiamento. “E’ necessario non avere in Lombardia più impianti di quanti ne servono per evitare di ricevere la spazzatura dalle altre regioni”. Difatti, uno dei problemi creati dai termovalorizzatori di vecchia generazione, realizzati con vecchie tecnologie, è che lo Stato italiano approfitta dell’esistenza di questi impianti per giustificare l’invio di spazzatura non differenziata da altre regioni italiane.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

La spazzatura non differenziata crea gravi problemi di incenerimento, nei termovalorizzatori, perchè contiene una frazione umida molto alta che, bruciando, abbassa le temperature, favorendo l’emissione di diossina.
Fabrizio Cecchetti ha continuato facendo presente che “La scelta segue perfettamente l’indirizzo dato lo scorso anno dal Consiglio Regionale che prevedeva la dismissione degli impianti più obsoleti, cioè quelli meno performanti dal punto di vista ambientale e dei costi.  Questa è la dimostrazione che la Lombardia, diversamente da quanto fatto da altri, anche sul tema rifiuti ha sempre lavorato in maniera eccellente.” Il vicepresidente non manca quindi di ricordare che, per colpa di Renzi, la regione Lombardia è costretta  farsi carico dei costi di smaltimento dei rifiuti di altre regione italiane.
“Ricordo che a causa del decreto “sbocca Italia” voluto dal Premier Renzi potranno essere smaltiti nei nostri termovalorizzatori anche i rifiuti provenienti da altre Regioni”sottolinea infatti Cecchetti. Un altro ottimo punto delle scelte di chiusura Accam è la salvaguardia dei posti di lavoro dei dipendenti che è stata inserita nel documento di indirizzo del CDA. “In un momento di crisi come quello che stiamo attraversando è fondamentale non perdere neanche un posto di lavoro”.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.