Prima PaginaPoliticaSport

Cori razzisti contro Boateng. Riccardo Grittini assolto

Nel gennaio 2013, due anni fa, il giovanissimo assessore leghista allo sport del Comune di Corbetta, Riccardo Grittini, fu accusato, insieme ad altri tifosi del Pro Patria di Busto Arsizio, di aver indirizzato dei cori razzisti nei confronti de calciatore Boateng, durante una partita amichevole contro il Milan, che se la era presa male e aveva abbandonato il campo.

Pubblicità

Oggi Riccardo Grittini è stato assolto al processo d’appello

Riccardo Grittini, oggi 24 enne, fu sottoposto ad un indecente attacco mediatico, che aveva coinvolto giornali della consistenza dell’Indipendent del corriere della sera e di molte altre testate nazionali e internazionali. Sin dai primi momenti dopo le accuse, però, era risultato chiaro che l’assessore leghista era estraneo ad atteggiamenti razzisti  e sin dalle prima udienze che non vi erano responsabilità. Alcune accuse furono subito derubricate ma i ragazzi hanno dovuto affrontare il processo a Milano.

Pubblicità

Oggi la sentenza di assoluzione della corte d’appello che Riccardo Grittini, oggi assessore all’ambiente e all’agricoltura a Corbetta, commenta: “Sono stati due anni difficili e ora mi sono tolto un peso dalle spalle: vorrei ringraziare gli amici che mi sono stati vicini e anche Matteo Salvini, che fin dall’inizio mi ha difeso”. Anche gli altri cinque tifosi della Pro Patria dall’accusa di ingiuria aggravata dai motivi razziali.

Pubblicità

“La vicenda era stata gonfiata fin dall’inizio e, nonostante la condanna, ho continuato a fare politica e a lavorare nella Giunta”, ha proseguito Grittini. “Giocavo a calcio e a causa del Daspo mi sono dovuto iscrivere a una squadra svizzera, del Canton Ticino” ha continuato Grittini che era portiere del Pro Patria. “Adesso mi auguro solo che la Pro Patria si salvi e superi i play-out di Lega Pro. Dopo l’assoluzione ho mandato un messaggio a Matteo Salvini, per fargli sapere che è andato tutto bene”.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.