Furti di rame: colpita anche la sala Cattaneo a Marcallo con Casone

Non si fermano i furti di rame nell’ Altomilanese. I ladri sembrano non avere paura di nulla, tanto meno di essere presi  portati in prigione.

Pubblicità

Furti di rame, colpita anche la sala Cattaneo a Marcallo con CasoneNon si fermano davanti a niente e hanno colpito persino a Marcallo con Casone dove il poco buon senso che potrebbero avere avrebbe dovuto consigliar loro di restare alla larga. I ladri di rame hanno colpito, invece, le grondaie della Sala Carlo Cattaneo al parco Ghiotti nella notte fra venerdì 21 e sabato 22 novembre. La notizia si è appresa sul gruppo Facebook del paese e  nella stessa discussione si è anche saputo che i ladri sono stati ripresi dalle telecamere e che i filmati sono stati subito messi nelle mani dei carabinieri e delle forze dell’ordine che conducono le indagini.
La scorsa, un’altro atto di gravissima spavalderia. I soliti ladri di rame hanno colpito il cimitero di Inveruno, dissestando le tombe per portare via il rame. Non hanno però fatto in conti con i carabinieri che stavano pattugliando la zona.

Pubblicità

Uno dei ladri preso su un tetto

I militari, passando vicino al cimitero, hanno sentito i rumori e si sono accorti che vi era in corso il furto In silenzio si sono allontanati di poco e hanno chiamato rinforzi. Sul posto sono arrivate alcune altre macchine dei carabinieri e il gruppo di militari è intervenuto. Purtroppo i ladri sono stati velocissimi, scavalcando al volo la recinzione del cimitero e di alcun delle case vicine, ma i carabinieri sono riusciti a catturarne uno, inseguendolo. Lo hanno preso mentre si trovava sul tetto di una villetta nei pressi del cimitero.

Processato per direttissima

Di sicuro per il proprietario della casa deve essere stato un bello spavento assistere all’inseguimento sul suo tetto e per quanto allenati i carabinieri devono aver fato una gran fatica a tirare giù il ladro dal tetto.  Il ladro di 24 anni, è stato processato per direttissima e tradotto immediatamente in carcere. Le accuse a suo carico sono quelle di furto aggravato e vilipendio di tombe. La notizia è stata data da oknotizia.com. Probabilmente si tratta della stessa banda di ladri di rame che ha colpito diverse volte negli scorsi mesi e che ha messo in piedi un commercio di rame dal valore piuttosto alto.

Pubblicità

Allevatori di cavalli?

Ci dicono che non è vero che rubano, ma che sono allevatori di cavalli e grandi forgiatori di metalli. Pare, però, che i forgiatori di metalli abbiano preso i nostri paesi  come loro magazzino scorte privato, e quelli che allevano cavalli  si siano convertiti ai cavalli vapore delle auto che riescono, allevandole, a moltiplicare. Devono avere poi delle palestre in cui si allenano per diventare così agili da poter scavalcare una recinzione con un solo balzo e arrampicarsi su per una grondaia fino al tetto in un secondo. A meno che non ci sia sbagliati e, invece di zingari, siano extraterrestri fatti di gomma.

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui