Per chi suonano le campane? A Ossona suonano per i neonati

Un simpatica tradizione è iniziata in questi giorni a Ossona. E’ stata anticipata dall’Informatore, il giornalino della Parrocchia di San Cristoforo, in concomitanza con l’installazione delle campane restaurate. Suoneranno per i neonati.

Pubblicità

Se i parenti, o gli amici, di una coppia che ha appena avuto un bambino avvisa il parroco entro le 24 ore dalla nascita, le campane suoneranno una dolce melodia a martello gioioso. Annunceranno così l’arrivo sulla terra del nuovo nato. Questo allegro scampanio delle campane della chiesa di San Cristoforo a Ossona si aggiunge agli scampanii tradizionali. Quelli  che segnano i momenti più importati della giornata insieme all’orologio. Le campane di Ossona cominciano a suonare alle 7 del mattino, prima con i 7 rintocchi delle ore, poi con il mattutino seguito dall’allegro scampanio della tradizionale Ave Maria.

Pubblicità

Culture digitali

Quando suonano le campane

Oltre alle ore e alle mezz’ore, e alle scampanate per annunciare le Messe e le feste religiose, le campane di Ossona suonano tradizionalmente ogni mezzogiorno. La tradizione vuole che sia per ringraziare il Signore della Vittoria alla battaglia di Lepanto. Suonano poi alle 7 di sera per la seconda Ave Maria della giornata. Poi alle 3 del pomeriggio del venerdì, per annunciare l’agonia del Signore. Suonano a festa per i matrimoni, le prime comunioni, le cresime e i battesimi.

Per tradizione, quando una persona è in fin di vita o è appena morta, le campane suonano l’agonia. Questo se i parenti avvisano per tempo il parroco. Si tratta di una sequenza di colpi a martello, a gruppi di tre. Ha uno specifico linguaggio e invita i fedeli a pregare per la persona che ha appena lasciato questa terra. Secondo la tradizione il suono delle campane e il numero di rintocchi cambia a seconda se il morto è un uomo, una donna, un confratello o una consorella oppure un religioso. Da oggi, però, suoneranno anche per i bambini appena nati. Attendiamo la prima nascita di Ossona. Così conosceremo anche i particolari e il codice di questo gioioso modo di comunicare le novità.

Pubblicità

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui