Le campane di Ossona stanno per tornare

Tornano le campane di Ossona! Chi è passato tra ieri e oggi dalle parti di piazza San Cristoforo  e chi si è recato a Messa ha avuto una bella sorpresa: l’impalcatura che avvolgeva il campanile da quasi un anno è sparita, il muro è ben pulito e ritinteggiato e sulla sommità splende, illuminata dal sole, la grande Bogia dora di Ossona, che ora sembra persino più grande del solito.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Le campane di Ossona stanno per tornareDal basso si può veder anche il castello delle campane di Ossona che, tinto di nero, luccica e manda bagliori, tanto è lucidato e nuovo. Insomma, per completare l’opera di rifacimento del campanile, mancano all’appello solo le campane e, considerando l’aria di nuovo e lucente che ha ora il campanile di san Cristoforo, si può solo immaginare quale festa sarà veder nuovamente suonare le campane il giorno in cui saranno innalzate e appese al loro posto.
E’ la seconda volta, negli ultimi 100 anni, che le campane di Ossona, della Chiesa di San Cristoforo, non sono nella loro sede come abbiamo raccontato in questo articolo dello scorso 4 luglio 2013.
Finalmente, fra qualche giorno, torneranno a casa, e ricominceranno a suonare, dopo un’assenza di quasi un anno, dal loro posto. Si pensa che per l’avvenimento ci sarà una gran festa e che ci accorgeremo immediatamente della differenza del suono delle campane e della campanella, che sarà sicuramente più cristallino e dolce per le orecchie di chi è abituato ad apprezzare i rintocchi tradizionali con cui nei nostri paesi, e specialmente a Ossona, si sottolineano i momenti più importanti della giornata.
Inoltre, il ritorno delle Campane di San Cristoforo sarà il banco di prova per il nuovo assessore alla sicurezza e viabilità Monica Porrati che dovrà impedire che succeda quello che è successo lo scorso luglio  quando le campane di Ossona furono calate dal campanile senza che nessuno, in Comune, sapesse cosa stava succedendo.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Nella foto, la chiesa parrocchiale di San Cristoforo con il campanile mancante del gruppo campanario.

 

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui