OssonaMilano città metropolitana

Ossona, feriti in un incidente 2 giovani e don Angelo Oldani

La notizia di un incidente in oratorio la notte di capodanno ha colpito tutta Ossona, specialmente perchè le Messe del primo giorno del 2014 sono state celebrate da altri sacerdoti del decanato che hanno invitato i fedeli a  pregare per il parroco che era in Ospedale. La preoccupazione per le condizioni di don Angelo Oldani si è, quindi, subito sparsa per Ossona.

Pubblicità

Fortunatamente, nonostante il pericolo che hanno corso, sembra che Don Angelo sia trattenuto in ospedale solo per precauzione e che i due giovani, che erano vicini a lui al momento dell’incidente, se la siano cavata con qualche contusione e qualche punto e siano già stati dimessi dall’ospedale. I primi racconti dicono che alla fine della festa di capodanno che si è tenuta in oratorio, nel rimettere in ordine, un bancale utilizzato per gli allestimenti sia sfuggito al controllo e abbia colpito piuttosto violentemente Don Angelo e altri due giovani che erano in quel momento vicino a lui. Sembra che don Angelo sia stato colpito alla faccia e alla spalla, il che ha fatto sospettare la commozione cerebrale.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

L’immediato intervento delle ambulanze del 118  in codice rosso avevano fatto temere una tragedia che  fortunatamente non c’è stata. Sembra che i due giovani soccorsi siano stati dimessi nelle prime  ore del mattino mentre don Angelo, come scrivevamo, sia stato trattenuto in ospedale in osservazione solo per le precauzioni che si adottano nel caso di possibili traumi alla testa.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.