Ossona, in oratorio la partita padri figli

All’oratorio di Ossona c’è aria di festa. La sera del 28 di settembre si è giocata  all’oratorio una partita padri figli di calcio a sette in cui i padri hanno battuto i figli.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Ognuna delle  due squadre contemplava campioni di una certa competenza. I padri hanno resistito benissimo agli attacchi dei giovani e prestanti figli, dimostrando di avere ancora qualcosa da dare in tema sportivo e di bagnare ancora il naso ai cuccioli.

Pubblicità

Culture digitali

I cuccioli , da parte loro, hanno dimostrato di essere all’altezza della situazione e non hanno avuto nemmeno un momento di pietà nei confronti dei padri, facendoli correre su e giù per il campo fino a che non hanno avuto il fiato corto. Giocare in squadre di sette in un campo destinato al gioco a 11 uomini è molto faticoso, quindi possiamo dire che sia i padri si ai figli sono stati veramente bravi. La partita padri figli è stata molto equilibrata dal punto di vista dei gol portati a segno. Il risultato finale è stato di 6 a 6 e sì è giocata la vittoria con i calci di rigore.

Quando si finisce ai calci di rigore, si sa, la fortuna ha spesso più importanza della bravura e basta un piccolo errore,  una intuizione del portiere perché si possa perdere tutta una partita. Così dopo parecchi tiri in porta, quattro ciascuno per la precisione, i padri hanno centrato la quinta rete, mentre i figli l’hanno sbagliata, decretando così la vittoria dei padri. Nella partita padri figli però la vittoria ha sempre un valere relativo e i giocatori a fine partita si sono trovati insieme a festeggiare e a commentare la partita allegramente.

Pubblicità

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui