Gilet giallo a Lainate, ma è uno spacciatore. Feriti i due carabinieri che lo hanno sorpreso

Lainate, via Palladio. Nella tarda serata dello scorso 4 giugno una pattuglia dei carabinieri della stazione di Lainate ha notato un uomo con addosso un gilet giallo. Stava lì, fermo in strada, ed è fuggito alla vista dei militari. E’ stato arrestato ma i 2 carabinieri si sono feriti.

Annunci sponsorizzati

I gilet gialli, vuoi perchè famosi in Francia, vuoi perchè servono a segnalare situazioni di difficoltà, tendono ad attirarte l’attenzione delle forze dell’ordine. Così i carabinieri che hanno visto l’uomo ingilet giallo a lato della strada, si sono fermati a controllare. Però, invece di trovarsi di fronte un automobilista in difficoltà, hanno trovato uno spacciatore che, alla vista dell’auto dei carabinieri, è corso alla sua opel e si è dato alla fuga lungo le strade di Lainate.

Annunci sponsorizzati

L’inseguimento e la resitenza all’arresto

L’uomo, che è risultato essere un 42enne di nazionalità marocchina, nullafacente, irregolare, e pregiudicato a causa sempre dello spaccio di droga, è stato inseguito per quasi 4 chilometri. La Opel è sfrecciata per le vie di Lainate inseguita dalla pattuglia dei carabinieri fino a via per Nerviano. Quando sono riusciti a stringerla e a fermarne la corsa, il marocchino ha abbandonato l’auto e ha continuando la fuga a piedi, buttandosi nei campi, verso un boschetto. I due carabinieri lo hanno raggiunto dopo un centinaio di metri. Non si è arreso e ha ingaggiato una lotta con i due carabinieri, prendendoli a calci e pugni. Alla fine lo hanno bloccato utilizzando anche lo spray al peperoncino, rimanendo però feriti. Uno dei 2 militari ha un escoriazione al braccio destro e l’altro una ferita alla gamba che è stata suturata con due punti all’ ospedale di Rho. Ne avranno per 5 e per 12 giorni.

La droga in auto

Addosso al marocchino sono stati trovati 2045 euro, ma è la perquisizione dell’auto Opel Zafira che ha fruttato di più. Fra un bilancino e altro materiale per lo spaccio, c’erano 708 gammi di cocaina e 96 grammi di Marijuana, già divise in dosi e pronte per lo smercio. l’attrezzatura era compeltata da un coltellino a serramanico. Ora il marocchino è stato accompagnato alla casa circondariale di San Vittore, accusato di spaccio e di resitenza a pubblico ufficiale.

Annunci sponsorizzati

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4391 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.