Stelle cadenti San Lorenzo. La diretta dalla Nasa

stelle cadenti

Nasa – La Nasa ha organizzato una diretta in streaming per osservare le stelle cadenti di San Lorenzo, a partire dalle 22 dell’11 agosto. Il punto di osservazione? Lo spazio. A che ora? A partire dalle 22.00 Edt, cioè  GMT−4, ora italiana le 19 dell’11 agosto.

stelle-cadenti-nasa-1-324x229 Stelle cadenti San Lorenzo. La diretta dalla Nasa ambiente Eventi Lifestyle Magazine Prima Pagina   Un tempo era la notte di San Lorenzo. Le regole della fisica e dell’astronomia, però, hanno spostato nel tempo il momento annuale dell’incontro della terra con le perseidi. Ora ne si può osservare in gran quantità fra l’11 e il 13 agosto. La Nasa ha organizzato, per chi non riesce a recarsi in un luogo sufficientemente libero dall’illuminazione, una diretta streaming dall’osservatorio di Huntsville, in Alabama. Sarà possibile osservare le stelle cadenti sul canale video della Nasa. Lo spettacolo inizierà alle 19, ora italiana. Lo chiamano il display cosmico delle “stelle cadenti” che illuminano il cielo notturno. Anche se molto scientifica, questa definizione ha un profumo di romantico. La pioggia di meteoriti di agosto è, quest’anno, uno dei momenti migliori per osservare il comportamento e per valutare la pericolosità di questo materiale cosmico.

Cosa sono le Perseidi?

Ogni anno, nella prima metà di Agosto, la terra incontra la scia di detriti lasciati dalla cometa Swift-Tuttle, che orbita attorno al Sole ogni 133 anni. I meteoriti sono materiale perso dalla cometa durante i suoi passaggi attraverso il sistema solare interno; rilascia migliaia di miliardi di particelle di piccole dimensioni ad ogni oscillazione (il flyby). Quando la Terra incrocia la sua scia, gruppi di queste piccole meteore colpiscono l’atmosfera e si disintegrano in lampi di luce.  Sono chiamate Perseidi perché sembrano volare fuori dalla costellazione di Perseo. Di solito la Terra sfiora il bordo della scia di detriti della Swift-Tuttle. Di tanto in tanto, però, la gravità di Giove attira la scia più vicino a sè, e così la Terra l’attraversa nei punti più centrali, dove il materiale è molto.

L’esplosione di stelle cadenti

Questo fenomeno è chiamato Esplosione di meteore. Il 2016 pare essere uno degli anni in cui si verificherà. Ci sono le basi per una pioggia di meteoriti spettacolare. Bill Cooke, del NASA’s Meteoroid Environments Office di Huntsville, in Alabama, ha detto che è prevista una esplosione con tassi doppi a quelli normali per la notte fra l’11 e il 12 agosto. “In condizioni di visibilità perfette, si potranno osservare anche fino a 200 stelle cadenti all’ora. Le meteore arrivano da dei flyby della cometa che si sono verificati centinaia, se non migliaia, di anni fa. Hanno viaggiato per miliardi di miglia prima di finire la loro corsa kamikaze nell’atmosfera terrestre.” Gli esperti della NASA, e anche quelli di altri paesi, concordano sul fatto che tre o più flussi di meteoriti sono in rotta di collisione con la Terra. L’ultima esplosione di Perseidi si è verificata nel 2009.

Come osservare le stelle cadenti di San Lorenzo

Culture digitali

Il momento migliore sarà fra la mezzanotte dell 11 e l’alba del 12 agosto, in qualunque paese della terra. Anche nella notte fra il 12 e il 13 agosto vi sarà comunque un ottimo spettacolo. Bisogna scegliere un punto molto buio, senza o con pochissima luce artificiale. Il cielo deve essere terso, senza nuvole. Su una barca al largo della costa o sulla cima di una montagna, oppure in mezzo ad una pianura. Ci vogliono 45 minuti perchè gli occhi si abituino all’oscurità. Poi ci si sdraia sulla schiena e si guarda verso l’alto. Oppure potete comodamente guardare lo spettacolo delle stelle cadenti di San Lorenzo nel cielo dell’Alabama, in streaming tv e comodamente seduti in poltrona.

 

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2377 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Be the first to comment

Rispondi