Crissolo, Cuneo: quando Matteo Salvini sale al Monviso…

Quando Matteo Salvini sale al Monviso... Sabato 13 settembre Matteo Salvini è salito al Monviso, a Pian della Regina, nel comune di Crissolo, in provincia di Cuneo, nel pieno dell’Occitania piemontese, per presenziare insieme a Umberto Bossi e  Roberto Calderoli e Roberto Cota ad un convegno intitolato Montagna, libertà, indipendenza organizzato a 1800 metri di altezza, in una tensostruttura montata appena sotto la sorgente del Po, nel luogo che è stato sin dal 1996 il Sancta Sanctorum dell’indipendentismo padano. Per Matteo Salvini era la prima volta in assoluto, e non solo come segretario federale della Lega nord, che saliva a quella altezza, fino alla sorgente del Po.

Non deve stupire. Lassù, a quasi 2mila metri di altezza, andava sempre solo un piccolo gruppo di indipendentisti padani, al massimo un paio di centinaia di persone, il giorno prima della festa che portava tutti i leghisti a Venezia la domenica più vicina al 15 settembre di ogni anno. Ci si arrampicava su per il sentiero fra i prati senza alberi e fra le rocce coperte di erbetta bassa, sotto lo sguardo severo degli stambecchi e delle mucche.

Cambiano le forme, non c’è il simbolismo forte scelto nel tempi passati da Umberto Bossi, con la raccolta dell’acqua della sorgente del Po nelle ampolle, ma i contenuti della festa non cambiano. Sono più leggeri più e con un diverso tipo d’impatto ma sicuramente più radicati che mai. Sembrano quasi più maturi, posseduti e elaborati da persone che ora se ne sentono così sicuri da non aver più bisogno di gesti simbolici molto forti come erano quelli scelti da Umberto Bossi.

Nel discorso di apertura del convegno del segretario della Lega Nord Matteo Salvini è stato trasmesso integralmente da Radio Padania Libera e le prime parole sono state proprio per l’indipendentismo padano. Di fronte a circa 500 persone che hanno raggiunto Pian della Regina Mate Salvini ha detto:

 Oggi un giornalista mi ha chiesto: ” ma se vincono i Si in Scozia voi riprendete la battaglia indipendentista?” ho risposto” ma noi non l’abbiamo mai smessa. Siamo indipendentisti. L’unica cosa che facciamo è che contro i regimi europei e di roma se ci mettiamo tutte insieme,… le persone di buona volontà, ovunque stiano ovunque siano nate, ovunque lavorino, se si mettono insieme hanno più probabilità di vincere. Quindi Veneto, quindi Piemonte, quindi Lombardia ma perchè no Sardegna? Perchè no Sicilia? Perchè no Salento?

Convegni e iniziative sull’indipendenza continueranno per tutta la settimana, per arrivare al 15 settembre e poi al 21 settembre, quando tutti i leghisti si troveranno a Cittadella in Veneto, per festeggiare il loro anniversario, parlare di indipendenza e commentare quello che sarà il voto al referendum sulll’indipendenza della Scozia

Ilaria Maria Preti
Autore Ilaria Maria Preti2223 Articoli
Sono per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

1 Commento

Rispondi