Ossona, molta paura per dei bambini seguiti da un furgone

Ossona, molta paura per dei bambini seguiti da un furgoneUna preoccupante notizia sta diffondendosi per Ossona.

Ieri  due bambine di prima media sono state seguite mentre tornavano dal parco di piazza Aldo Moro da un furgone bianco. Le bambine hanno avuto la prontezza di avvisare un adulto che conoscevano e di fiducia che è riuscito a prendere la targa del furgone lo ha consegnato a carabinieri e alla polizia locale che erano stati prontamente avvisati ed sono giunti sul luogo.

Purtroppo però oggi pomeriggio, verso le 17.15,  l’episodio si è ripetuto ai danni di un ragazzo, e sono molti riferimenti sul gruppo Facebook sulla sicurezza a Ossona che hanno segnalato la presenza del furgone  sospetto sempre dalle parti del parchetto.

Si riferisce anche che i carabinieri hanno eseguito ieri alcuni interventi e il timore che serpeggia fra i giovanissimi e che si tratti di qualcuno che vuol tentare un rapimento.

Dopo la storia del rapimento di Yara Gambirasio, ora si sa che è meglio essere molto prudenti e i bambini sono stati davvero bravi ad avvisare subito del sospetto che hanno avuto e sono stati bravissimi anche gli adulti che hanno creduto immediatamente ai bambini.
Resta il fatto che, fino a che questa storia non è chiarita,  sarebbe meglio che la zona del parco di piazza Aldo Moro, dove con il bel tempo i bambini più grandi si ritrovano dopo la scuola, fosse sorvegliata con attenzione e che i giovanissimi evitassero di girare da soli a Ossona e nelle zone isolate, dove non ci sono case cui bussare in caso ci sia il sospetto di un pericolo. Sempre meglio essere in due o in tre.

Non è la prima volta che a Ossona capitano episodi simili; anche negli scorsi anni c’erano stati degli allarmi che solo in qualche caso avevano portato all’identificazione del maniaco.

 

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2266 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

2 Commenti

  1. Ma chi è l’analfabeta che ha scritto l’articolo ?
    Nemmeno un bimbo al quarto giorno di scuola elementare (pur impegnandosi) sarebbe in grado di “emulare” il genio di cui sopra (mi riferisco alla grammatica, sia ben chiaro; non mi permetto di giudicare il concetto di “procurato allarme” … viste le premesse sarebbe troppo complesso da approfondire …) !

  2. uhmm.. sarebbe carino usare il proprio nome e cognome vero quando si insulta…
    Però, dato che si sta parlando di un avvenimento serio di cui sono testimoni parecchi ossonesi, non penso che chi ha scritto il commento avrà mai le palle per presentarsi. Vista la premessa penso sia inutile approfondire il concetto di mancanza di palle con costui…

Commenti chiusi.