OssonaMilano città metropolitanaPoliticaPrima Pagina

Elezioni Ossona. La lista di Sergio Garavaglia. Insieme per Ossona

Elezioni a Ossona. Ieri, primo Maggio, alle 19, nella sala comunale di Piazza Aldo Moro a Ossona si è tenuta la presentazione della lista civica Sergio Garavaglia , Insieme per Ossona, liste civiche di centro-destra. Come promesso, partecipo alla presentazione di tutte le liste per le elezioni amministrative di Ossona per fornire ai lettori alcune informazioni e riflessioni che permetteranno di compiere una scelta in linea con le proprie opinioni. Ovviamente, abitando a Ossona e aggiungendo riflessioni oltre alle notizie, esprimo anche la mia opinione, ma confido che chi mi legge la sappia riconoscere e possa quindi decidere se è d’accordo, o meno, con me.

Pubblicità

la scala Rho b&b

I candidati della lista Sergio Garavaglia Sindaco per le elezioni di Ossona

Elezioni Ossona 2024. La lista Sergio Garavaglia sindaco
Nella foto: i candidati,l’ on Maerna, il vice presidente di Regione Lombardia Marco Alparone e il candidato alle elezioni europee Fidanza

La sala consiliare era colma. In 11 file da 13 sedie stavano sedute circa 130 persone, un’altra trentina erano in piedi e alcune fuori. Quella sala non può contenere più di 200 persone stipate, quindi lo terrei come numero di riferimento. È stato un successo e bisogna dire che Sergio Garavaglia, quando si mette a organizzare questo genere di eventi, è sempre molto efficiente. Inoltre ha un suo pacchetto personale di circa 400 voti che non sono cambiati nel tempo.

Pubblicità

Sergio Garavaglia, il candidato sindaco, è quello che si può definire un vecchio “volpone della politica”, nel senso che conosce e utilizza tutte le strategie che servono. Ha infatti organizzato un evento cui hanno partecipato candidati alle elezioni europee e politici della formazione di fratelli d’Italia. La loro presenza ha sicuramente attirato alla presentazione della lista persone che magari non si sentivano particolarmente coinvolte nelle questioni ossonesi.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Elezioni,Sergio garavaglia,Monica porrati. Elezioni Ossona. La lista di Sergio Garavaglia. Insieme per Ossona - 02/05/2024

Non saprei dire, quindi, se tutti i presenti fossero di Ossona, o se voteranno la lista, ma posso dire che c’erano tutte le persone che fanno parte del solito “giro del Sergio” e quindi i voti non gli mancheranno. Nonostante la lista sia l’unione di più componenti politiche e civiche, e sia stata presentata con l’appoggio personale di politici di alto livello di Fratelli d’Italia, non presenta nel simbolo le cosiddette “lenticchie” dei partiti politici.

E’ infatti noto che il caso di Ossona ha creato diversi imbarazzi alle segreterie politiche provinciali e nazionali di tutto il centrodestra, perché i rappresentanti locali dei partiti che compongono il centro-destra, storicamente, non fanno liste comuni e quando ci provano non riescono a coinvolgere e a convogliare i voti di tendenza.

Pubblicità

Lo si è visto nel 2019 con la lista di centro-destra guidata da Monica Porrati, segretario della sezione della lega di Ossona che, pur avendo avuto tutti i simboli e gli appoggi dei partiti e dei politici di centro-destra, era riuscita nel difficile intento di prendere più o meno gli stessi voti della lista monocolore della lega nord del 2009, che aveva un candidato sindaco non ossonese, una squadra di ragazzi giovanissimi, e non godeva del sostegno dei politici leghisti dei paesi vicini.

Quindi, per non rischiare di litigare e discutere all’infinito sui tavoli politici provinciali a causa di un paese di 4000 abitanti qual è Ossona, la decisione delle segreterie provinciali nazionali è stata quella di concordare di non concedere simboli a nessuno. Peraltro, non risulta che le altre due liste di candidati li abbiano richiesti.

Cosa porta acqua al mulino

Come si diceva, l’acqua dei mulini della politica tende a scorrere in direzioni imprevedibili e Sergio Garavaglia è molto bravo a indovinare dove si può intercettarla. Con lui in lista c’è Stefano Calè, giovane, non ancora quarantenne, rappresentante locale di Forza Italia. È un bene che i giovani abbiano dei ruoli nella politica e nelle istituzioni e più sono promettenti prima è meglio utilizzarli in paese. Quando crescono politicamente, infatti, vengono utilizzati in ambiti e livelli più alti delle elezioni amministrative e ce li perdiamo.

Nella scelta dei componenti della lista Sergio Garavaglia ha tenuto però conto anche della componente del paese, allargando il consenso e quindi ha dato spazio a Maurizio Ticozzelli, promotore di diverse iniziative di carattere civico nell’ambito della sicurezza stradale e pubblica, in particolar modo per la situazione viabilistica di viale Europa e di via Marconi, zone calde della situazione viabilistica del paese.

Altro componente di rilievo è Maria Teresa Maronati, con cui Garavaglia ha già collaborato nel passato e che è stata assessore ai servizi sociali nelle giunte in cui era sindaco. Maria Teresa Maronati si presenta come componente della lista  civica Ambiente e Solidarietà, all’interno dell’alleanza di liste civiche per Sergio Garavaglia sindaco. Al di là della politica si può configurare questa lista come quella dell’esperienza del suo promotore e candidato sindaco

I nodi arrivano al pettine

Alla presentazione della lista di Sergio Garavaglia era presente anche la segretaria della locale sezione della Lega, Monica Porrati, che attualmente si trova in una situazione particolarmente imbarazzante. Pur essendo l’unico consigliere comunale uscente , la Lega non la ha ricandidata. È una situazione inconsueta, e in paese si dice che non la abbia voluta nessuno proprio a causa del risultato disastroso del 2019 e della precedente alleanza con la lista di sinistra Incontro, del sindaco uscente Marino Venegoni, nel 2014.

Chi la fa, l’aspetti…

In una situazione simile a quella odierna ma a parti rovesciate, contro il parere della maggioranza della sezione, e con l’aiuto di altri personaggi, Monica Porrati era riuscita ad ottenere di diventare assessore alla sicurezza, posizione da cui era stata poi obbligata a dimettersi dalla stessa Lega perchè non si era accorta che il sindaco aveva firmato un contratto per l’accoglienza di clandestini.

Sebbene la presenza alla presentazione di Sergio Garavaglia Sindaco possa passare come un atto di cortesia, è noto che Monica Porrati non stia cercando voti per la lista civica approvata dalla sezione e dalla Lega, con il suo solo voto contrario come segretario. Si sa invece che sta dicendo in giro per il paese il peggio che può della lista Uniti per Ossona, nella speranza che perda. Alcune voci raccolte ieri durante l’evento dicevano che sta chiamando a raccolta la settantina di preferenze che la hanno votata alle elezioni regionali per chiedere loro di votare per Sergio Garavaglia.

Sicuramente Sergio Garavaglia non ha motivo di lamentarsene, ma in genere, nella Lega, queste situazioni si risolvono con un commissariamento della sezione e con l’espulsione del segretario non allineato e che non rispetta la volontà espressa dalla maggioranza dei soci della sezione. Non sappiamo ancora come finirà con le elezioni amministrative, ma ieri, con la partecipazione alla presentazione, Monica Porrati, ha di sicuro chiuso la sua esperienza politica. Una chiusura che sarà avvallata il 12 giugno, quando conosceremo i risultati delle elezioni amministrative di Ossona.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.