Milano città metropolitanaCinisello Balsamo

Operazione antidroga a Cinisello Balsamo: 4 arresti, 48 chili di hashish e armi varie. C’è anche un minorenne

La Polizia di Stato di Milano ha condotto con successo un’operazione antidroga, arrestando martedì 6 Febbraio  4 cittadini italiani di età compresa tra i 17 e i 32 anni, a Cinisello Balsamo (MI). L’accusa nei loro confronti è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Annunci

Operazione antidroga alla periferia

Basandosi su quanto scoperto in precedenti attività e indagini , la Squadra Mobile di Milano ha organizzato un servizio di controllo e osservazione nei quartieri della periferia cittadina, specialmente in un gruppo di case già famose. Martedì 6 febbraio al pomeriggio, intorno alle 16, in via Tiziano, i poliziotti hanno visto un ragazzino uscire da un’abitazione con un sacchetto in mano. Il 17enne ha raggiunto quattro occupanti di una Golf appena arrivata sotto casa sua.

Annunci

cambiamenti. Social journalism

Il 26enne, che era seduto a lato dell’autista 23enne, è sceso e ha aperto il bagagliaio affinché il 17enne vi riponesse il sacchetto. Poi il ragazzino si è allontanato. L’auto è ripartita, ma gli agenti l’hanno seguita. Il naso dei poliziotti sbaglia raramente, e, sospettando uno scambio di droga, l’ hanno fermata poco dopo. La perquisizione ha portato, infatti, dei bei risultati. Nel cassettino portaoggetti frontale, infilati nel libretto di circolazione, c’erano 2.600 euro e nel bagagliaio  tre pacchi con oltre un chilo ciascuno di marijuana.

Annunci

I primi tre

Le due ragazze che erano sedute sul sedile posteriore sono stati esclusi dall’illecito, perché il 23enne e il 26enne hanno dichiarato che la marijuana apparteneva a loro. Gli altri tre,  compreso il 17enne, coinvolti nello scambio di droga sono stati arrestati. i due maggiorenni sono stati processati per direttissima con arresto convalidato e e condannato a scontare la pena ricevuta agli arresti domiciliari mentre il minore, che era stato fermato arrestato appena dopo che l’auto era ripartita e non era più  in vista, è stato portato al Centro di Prima Accoglienza del carcere minorile Beccaria.

Non è finita. Droga e armi in cantina

Come da protocollo, poco dopo sono state perquisite le abitazioni  e i locali di pertinenza degli arrestati. Nella cantina della casa in cui il 17enne vive con la sorella, che è agli arresti sempre per fatti di droga, e il suo compagno, un pluripregiudicato di 32 anni, i poliziotti della Squadra Mobile hanno trovato quasi 48 chili di hashish in una ventina di contenitori, due chili di marijuana confezionata nello stesso modo di quella rinvenuta nell’automobile, 8 grammi di cocaina, un bilancino di precisione. La chiave della cantina era nella tasca del pluripregiudicato.

Annunci

Il video

C’ erano anche 300 cartucce di vario calibro per armi comuni da sparo e un fucile, con ottica, ad aria compressa. Il 32enne ha dichiarato che tutto il materiale rinvenuto dagli agenti è stato messo da lui in cantina senza che nessuno in casa lo sapesse aggiungendo, inoltre, di aver impartito lui indicazioni al minore affinché consegnasse la busta ai due ventenni. Il 32enne ha precedenti per reati inerenti gli stupefacenti. È stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio e indagato in stato di libertà per detenzione illegale di munizionamento. Ora è nella Casa Circondariale di Monza.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.