CuggionoLettere al direttoreMilano città metropolitana

Cuggiono al buio. L’illuminazione elettrica pubblica va in black out. Lettera aperta al sindaco

Una lettera aperta al sindaco di Cuggiono, Giovanni Cicchetti, inviata alla nostra redazione dai consiglieri comunali Ronchi e Prima, mostra quanto difficile sia, a Cuggiono risolvere un problema.
Riceviamo e pubblichiamo.

Pubblicità

Oggetto: lettera aperta in merito alle interruzioni elettriche e dell’illuminazione pubblica di Cuggiono
L’annoso problema dell’illuminazione pubblica del nostro paese si è acuito particolarmente nello scorso anno. Si sono verificati diversi casi di black-out elettrici nel paese che hanno provocato ai cittadini oltre al disagio anche danni economici.
Alcune parti di Cuggiono ciclicamente rimangono buie: queste continue interruzioni di pubblico servizio, oltre che inaccettabili ai cittadini alimentano timori per la loro sicurezza.

Pubblicità

Un incontro pubblico per fare luce su quanto succede

Le chiediamo cortesemente di organizzare, quanto prima, un incontro pubblico con la partecipazione anche delle parti in causa: Enel Sole, Anas, Amministrazione comunale e Consiglieri, possibilmente con ripresa video. Crediamo sia doveroso allo stato dei fatti fornire il punto della situazione sugli interventi fatti, quelli che ancora necessitano e una loro tempistica per arrivare finalmente ad una situazione di normalità. In attesa di un Suo cortese riscontro, le auguriamo una serena giornata. Da Cuggiono, Ronchi Gianfranco e Prina Pietro

Pubblicità

Il commento del direttore

Cosa dire? Cuggiono è in una situazione tale per cui un sindaco deve farsi dire dai consiglieri comunali di mettere a posto l’impianto elettrico tramite una lettera aperta, perchè nemmeno il consiglio comunale funziona più? Sarà in black out anche quello? Attendiamo la risposta del sindaco, ovviamene.

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.