San SiroMilano

San Siro. Rapinatore marocchino arrestato durante la rapina al supermercato

La Polizia di Stato ha arrestato in flagranza un rapinatore 48enne marocchino, pregiudicato, durante una rapina aggravata ai danni di un supermercato nel quartiere San Siro. È successo sabato 2 dicembre in via Rembrandt.

Pubblicità

La Squadra Mobile milanese, dopo una serie di rapine avvenute dallo scorso agosto nella zona di San Siro, ha intensificato i controlli nei pressi di farmacie e supermercati, individuando degli obiettivi sensibili sulla base di analisi del territorio e dei precedenti colpi. Ha quindi atteso, con pazienza, che il colpevole ci riprovasse. Una particolare attenzione è stata rivolta a un negozio di prodotti surgelati in via Rembrandt 22, che era già stato rapinato tre volte.

Pubblicità

Il video della rapina e dell’arresto del rapinatore

Sabato 2 dicembre, poco prima della chiusura, un uomo con il viso coperto è entrato nel negozio e ha tentato una nuova rapina. L’addetta alle vendite ha prontamente reagito aprendo la cassa, un segnale che avevano convenuto, permettendo cosí ai Falchi della Squadra Mobile di intervenire e arrestare il rapinatore. L’ uomo è residente a poco più di 500 metri dal supermercato. L’arrestato ha un passato criminale, con precedenti per rapina, furto, minaccia e un tentato omicidio nel 1993. Nel 2021, sempre grazie all’intervento dei Falchi, era stato fermato per una rapina a una farmacia in piazza Monte Falterona.

Pubblicità

Un solo rapinatore?

Attualmente, la Squadra Mobile sta indagando sulla possibile connessione del cittadino marocchino ad altre rapine in zona. Da agosto ci sono almeno 14 colpi senza ancora un colpevole. 7 solo nel mese di novembre. Fra le farmacie colpite ci sono quelle di via Pergine, piazzale Fratelli Zavattari, piazzale Diego Velasquez, via Mario Morgantini, viale Renato Serra, piazza Axum e piazzale Selinunte.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.