Regioni

Consegnato all’Italia l’ultimo elicottero NH-90: La Marina Militare rafforza la sua flotta elicotteristica

In questi ultimi giorni, la Marina Militare italiana ha ricevuto l’ultimo elicottero NH-90 ordinato dal ministero della Difesa. L’elicottero è stato consegnato dalla NHI, cioè il Consorzio NATO Helicopter Industries, e assemblato nello stabilimento Leonardo di Venezia Tessera. Ad informarci è lo Stato Maggiore della Difesa che ha sottolineato anche che la consegna di quest’ultimo elicottero segna un importante passo avanti nel rafforzamento della flotta elicotteristica italiana e che, nel mondo, i paesi che impiegano l’elicottero frutto dell’ efficace joint venture fra aziende europee, il Consorzio NHI, sono 14. ( foto di Julian Herzog su wikipedia )

Pubblicità

Attualmente, la forze armate italiane dispongono di 56 elicotteri NH-90 in servizio, un numero raggiunto attraverso una produzione costante avviata nel 2011. I primi esemplari sono stati destinati alle Forze Aeree della Marina, e si sono aggiunti ai 60 già in servizio nell’Aviazione dell’Esercito dal 2007.

Pubblicità

Negli anni, questi elicotteri hanno accumulato quasi 70.000 ore di volo, partecipando a numerose operazioni terrestri e navali sia a livello nazionale che internazionale, inclusi i compiti di soccorso. Questi elicotteri rappresentano il maggior programma elicotteristico europeo ad oggi sviluppato e consentono all’Esercito e alla Marina Militare di svolgere con efficacia i propri impegni operativi, grazie alle tecnologie avanzate nel settore.

Pubblicità

Il programma NH-90 di NAHEMA

Nonostante alcune nazioni abbiano deciso di abbandonare il programma NH-90 per motivazioni politiche e industriali, le cinque nazioni fondanti di NAHEMA (Italia, Francia, Olanda, Belgio e Germania) continuano lo sviluppo delle versioni attualmente in servizio. Oltre 500 elicotteri sono in servizio in tutto il mondo, accumulando oltre 380.000 ore di volo in missioni svolte in qualsiasi condizione climatica e operativa.

Per quanto riguarda il futuro, sono in corso contratti con il Qatar, la Grecia e la Germania per nuovi elicotteri NH-90, mentre altri otto esemplari sono in fase di negoziazione finale con la Francia. Nel consorzio europeo, l’Italia e le altre nazioni che hanno fondato la NHI prevedono costanti aggiornamenti per estendere l’operatività e l’efficacia dell’NH-90 oltre il 2040.

Pubblicità

L’NH-90 è il più grande programma di produzione di elicotteri militari europeo sviluppato nell’ambito della joint venture NH Industries, che coinvolge Airbus Helicopters, Leonardo e Fokker. E’ prodotto in due varianti principali, una per le operazioni marittime (NFH – Nato Frigate Helicopter) e l’altra per le missioni terrestri (TTH – Tactical Transport Helicopter), impiegati in una vasta gamma di missioni militari e di emergenza nazionale.

La flotta in dotazione all’Aviazione dell’Esercito consente di svolgere compiti diversificati, dal trasporto tattico al supporto logistico, operazioni speciali, evacuazione medica e soccorso in caso di calamità naturali. La versione utilizzata dalla Marina è stata sviluppata per missioni operative antinave ed antisommergibile, ricerca e soccorso in alto mare e trasporto logistico, in qualsiasi condizione meteo.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.