CorvettoMilano

Bar “Caffè del Corso” sospeso per 10 giorni. Troppa droga intorno

Martedì sera, gli agenti del Commissariato Mecenate hanno notificato la sospensione della licenza, per 10 giorni, al titolare del bar “Sushi Bar Lodi”, conosciuto con l’ insegna “Caffè del Corso”, in Corso Lodi n.130 a Milano. Le motivazioni per cui questore di Milano, Giuseppe Petronzi, ha deciso di firmare l’ordinanza di sospensione della licenza in base all’articolo 100 del tulps risiedono in quanto successo nel bar in diversi momenti dello scorso luglio, durante dei controlli delle forzedell’ordine hanno effettuato dei controlli

Pubblicità

Infatti gli agenti della Squadra Mobile di Milano avevano colto in flagranza un cliente che, all’interno del bar, era intento a cedere a un’altra persona, già nota alle Forze dell’Ordine e sotto sorveglianza a distanza, circa 6 gr di cocaina per poi tentare di scappare in monopattino. Gli agenti della squadra mobile lo avevano inseguito e firmato poco dopo, ma lo spacciatore, durante la fuga, aveva tentato di disfarsi di due grammi di cocaina gettandola in un camion della nettezza urbana di passaggio. Al momento del fermo, durante la perquisizione personale, gli avevano trovato addosso 250 euro in banconote di varie taglio. L’uomo era stato arrestato e accusato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Nello stesso mese, i poliziotti di via Quintiliano hanno effettuato diversi controlli all’interno del bar, accertando diverse volte la presenza di numerosi clienti con precedenti di polizia, in materia di stupefacenti, per reati contro il patrimonio e contro la persona e per violazione delle norme in materia di immigrazione.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.