PortelloMilano

Rapina al Portello. Preso egiziano

Lo scorso 15 marzo un uomo di 84 anni ha subito una violenta rapina mentre si trovava nel parcheggio del centro commerciale di piazza Portello. Il rapinatore ha seguito la vittima mentre tornava all’auto dopo aver fatto la spesa. Non appena l’anziano si è messo al volante, il rapinatore si è infilato in auto salendo dal lato del passeggero e ha tenuto la sua vittima sotto la minaccia di un coltello, puntandoglielo alla gola, intimandogli di consegnare il portafoglio.

Pubblicità

il video della rapina

La Fuga

Dopo essersi fatto consegnare il portafoglio il rapinatore ha costretto l’84enne a mettere in moto l’auto e ad allontanarsi dal parcheggio uscendo all’esterno. Poi all’altezza di un incrocio, mentre l’auto era ferma, è sceso ed è fuggito a piedi.

Pubblicità

Subito dopo, l’anziano ha chiesto aiuto e sono iniziate le indagini della polizia di stato. Gli agenti del commissariato di Quarto Oggiaro hanno iniziato le indagini con i controlli di routine, ascoltando testimoni, raccogliendo impronte e altri elementi sul posto e analizzando scrupolosamente numerose immagini registrate dagli impianti di video sorveglianza, posizionati sia nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale sia sulla strada percorsa in auto dalla vittima e dal suo carnefice.

Pubblicità

Sono state proprio le immagini che hanno permesso di identificare il rapinatore, che indossava un particolare tipo di maschera colorata e riconoscibile.

L’arresto

Lo scorso 19 giugno, all’alba, i poliziotti si sono recati a casa di un pregiudicato egiziano di 43 anni e lo hanno arrestato e portato in carcere, in via cautelare, accusandolo della rapina pluriaggravata all’84enne. Ha precedenti per rapina impropria, lesioni personali e minacce. Al termine della stesura degli atti di rito, i poliziotti hanno portato l’egiziano al carcere di San Vittore, dove è stato rinchiuso in una cella.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.