VanzagoMilano città metropolitana

Vanzago. All’ asilo nido bimbi usati come birilli

Un comunicato approvato dal tribunale di Milano ha reso noto che i carabinieri della compagnia di Legnano lo scorso 28 gennaio hanno comunicato alla titolare di un asilo nido e a cinque sue collaboratrici che il tribunale stesso ha loro vietato l’esercizio della professione e che da questo momento hanno l’obbligo di presentarsi quotidianamente alla polizia giudiziaria per la conferma della presenza. Si tratta di due provvedimenti cautelari, emessi in attesa dell’esito del processo a loro carico, considerato necessario dopo le indagini seguite alle denuncia di violenza fisica e verbale nei confronti dei bambini da parte di alcune studentesse che avevano svolto uno stage nell’asilo nei mesi di marzo e maggio 2022.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Le studentesse di una scuola che prepara insegnanti di asilo nido di Rho hanno riferito alle loro docenti di avere assistito a episodi di violenza fisica e verbale danni dei bambini e quindi la dirigente scolastica dell’Istituto si è rivolta ai carabinieri. Per le indagini i militari hanno utilizzato dei mezzi tecnici (di solito sono telecamere nascoste) e ascoltato altri testimoni. Hanno accertato che c’erano gravi indizi di colpevolezza. Le insegnanti urlavano contro i bambini usando parolacce, li sbattevano per terra per costringerli a stare seduti, li svegliavano mettendoli in piedi e sollevandoli bruscamente dai fianchi.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

L’asilo nido era sovraffollato e alcuni bambini dormivano nei bagni o su materassi nel salone. Alcune volte erano completamente avvolti nelle coperte fin sopra alla testa. Se piangevano erano ignorati anche per mezz’ora o chiusi nella stanza della nanna finché non smettevano. Tra i diversi episodi contestati, le maestre lanciavano palline o altri oggetti contro alcuni bambini che avevano appena imparato a camminare facendoli cadere per divertimento.

Pubblicità

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.