LambrateMilanoMilano città metropolitana

31 kg di estere nel trolley ora sotto sequestro

Continua l’attività della squadra investigativa del commissariato di Lambrate nel contrasto al contrabbando di sigarette. Questa volta non si tratta dei romantici spalloni che scavalcano di notte le montagne che circondano il lago di Como, per portare le sigarette in Italia dalla Svizzera, le cui gesta sono cantate in lagheè da Davide Van De Sfroos

Pubblicità

la scala Rho b&b

Stavolta sono un gruppo di egiziani. Gli uomini del commissariato di Lambrate ne avevano già arrestati cinque lo scorso venerdì sequestrando anche 132 kg di tabacco lavorato all’estero. Ieri ne hanno individuato un altro, un trentanovenne egiziano che è stato sottoposto a un controllo di polizia intorno, alle 15:30, in via Padova, proprio appena all’esterno della sua abitazione. Addosso gli hanno trovato un mazzo di chiavi fra cui c’erano quelle di un appartamento all’interno del quale I poliziotti hanno trovato 96 pacchetti di sigarette di diverse marche, del peso complessivo di 2 kg.

Pubblicità

Nell’abitazione c’erano anche le chiavi di un lucchetto, così gli investigatori sono riusciti a risalire alla cantina di pertinenza dell’appartamento dove l’egiziano aveva nascosto in un trolley 100 stecche di tabacco è solo lavorato per un totale di 31 kg. L’uomo è stato arrestato e denunciato per il reato di contrabbando di sigarette.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.