DuomoMilanoMilano città metropolitana

Piazza Duomo. Il concerto Radio Italia in un bagno di sudore, tra malori e ragazzini scappati di casa, la festa del ritorno alla normalità

Il concerto di Radio Italia organizzato a Milano i piazza Duomo stato un vero successo. In tutto erano presenti almeno 50mial persone, fra piazza e dintorni. Però c’è stato un bilancio incredibilmente alto di persone che si sono sentite male per il caldo prima durante e dopo il concerto che Radio Italia ha organizzato ieri sera in piazza Duomo.

Pubblicità

La gente ha iniziato ad affluire nella piazza verso le 9 del mattino e alle 18 l’affluenza aveva già raggiunto il massimo consentito dalla piazza, 19.900 persone. Altre 15000 persone che volevano assistere al concerto hanno dovuto rimanere dei pressi della piazza, aldilà delle transenne.

Pubblicità

Le Forze dell’ordine presenti le hanno invitate più volte ad allontanarsi, senza successo. Sono verificati momenti di pressione sulle transenne che si trovavano ai varchi, e gli interventi del 118 sono stati numerosi e hanno dovuto svolgersi per lo più a piedi. 210 persone si sono sentite male, la maggior parte a causa del caldo. 6 di queste hanno dovuto essere ricoverate in ospedale.

Pubblicità

Nel corso dei controlli sull’evento la polizia ha trovato 6 egiziani fra i 21 e i 39 anni senza documenti, che sono stati portati in questura per l’identificazione e la valutazione del loro stato. Poi, intorno alle 22, hanno ritracciato anche la ragazzina di 14 anni, che questa mattina era scappata di casa, a Perugia, per assistere al concerto. La ragazzina è stata portata in questura insieme al 24enne con cui era per la riconsegna ai genitori. Il concerto è terminato a mezzanotte e 10.

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.