MilanoMilano città metropolitanaStazione centrale

Stazione Centrale senza pace

La stazione Centrale di Milano non smette di essere il punto di ritrovo di tanti disperati. Delinquenti drogati e disperati che mettono a rischio la serenità di chi usa la stazione ferroviaria per esclusivamente per viaggiare. Tra sabato e domenica la Polizia Ferroviaria ha effettuato 3 arresti in flagranza.

Pubblicità

In stazione centrale c’era un gambiano…

Nel primo caso , un gambiano ha tentato di rubare il telefono cellulare ad una donna che era seduta in un bar all’interno della Stazione Centrale. La donna però lo hai seguito e ha chiamato i poliziotti, che lo hanno catturato immediatamente. Telefono restituito e il gambiano, irregolare sul territorio italiano, è stato arrestato in flagranza per tentato furto aggravato.

Pubblicità

Un italiano,…

Nei pressi della fermata della metropolitana della Stazione Centrale un italiano si è impossessato dello zaino di una coppia di persone che a te spettavano il vetro. Anche in questo caso è stato colti in fragranza dai poliziotti e arrestato per furto aggravato. È stato anche denunciato a piede libero il quanto si tratterebbe del presunto autore di un altro furto ai danni di un altro viaggiatore. Durante le sue azioni era stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza della metropolitana.

Pubblicità

… Un tunisino, e un altro che…

Un tunisino di 37 anni è stato sorpreso dalla polizia mentre spacciava droga nel sottoscala della stazione centrale in compagnia di un complice. Il complice, per evitare di essere arrestato, ha ingoiato la cocaina che aveva in tasca. è stato quindi portato in ospedale per accertamenti e poi è stato anche lui denunciato per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. I poliziotti in quella occasione hanno anche trovato, e sequestrato, 15 grammi di hashish.

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.