Troppo “tifo” per la pallavolista. Arrestato

Faceva troppo tifo e ha finito per perseguitare una giovane pallavolista. Non sappiamo cosa scatta nella mente di alcune persone quando perdono la testa al punto di non capire che le loro attenzioni non sono gradite e che è il caso di lasciar perdere.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Per convincere un 55enne, originario della provincia di Novara, a smettere di perseguitare una pallavolista della Serie A della Nazionale Italiana di pallavolo sono dovuti intervenire i Carabinieri della compagnia di Monza, che lo hanno arrestato in flagranza di reato per atti persecutori.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

La giovane sportiva aveva sporto denuncia, raccontando di essere costantemente perseguitata dall’uomo che le inviava messaggi sui social network e si appostava ad aspettarla durante le gare e gli allenamenti. Quindi i militari hanno immediatamente risposto un sistema di controllo e vigilanza a tutela della vittima che ha consentito, ieri pomeriggio, di localizzare l’automobile dell’uomo a Villasanta. Per individuarlo sono stati usati sistemi di lettura delle targhe, i varchi, del comune.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

pallavolista. Troppo "tifo" per la pallavolista. Arrestato - 11/04/2022
Momenti dell’operazione

La centrale operativa della compagnia dei carabinieri di Monza quindi ha allertato le pattuglie il servizio sul territorio. Queste hanno rintracciato l’uomo pochi minuti dopo l’allarme Era al palazzetto dello sport “Arena di Monza”. Il 55enne stava aspettando l’arrivo della giovane pallavolista che doveva iniziare gli allenamenti. Quando è stato bloccato dai carabinieri non ha opposto resistenza, però la Procura della Repubblica di Monza ha disposto per lui la custodia in carcere in attesa dell’udienza di convalida dell’ arresto.

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.