Magenta. Giancarlo Pirovano è salito al cielo

Dopo una vita dedicata al lavoro, Giancarlo Pirovano, titolare del mobilificio Pirovano di Magenta, è salito al cielo. Lascia la moglie Sandra, le figlie Barbara, Cristiana con Alberto e Ilaria con Luca e i 4 nipotini, Matteo Giulia Olivia e Filippo, e la sorella Luigina. Tutti

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Giancarlo Provano aveva 79 anni, era nato il 15 agosto del 1942. Aveva ereditato il mobilificio dal padre Giovanni e aveva seguito le orme. Ha continuato a lavorare e a essere il titolare dell’attività fino a 3 mesi fa, quando lo ha colpito un male inguaribile che non gli ha lasciato scampo. Oggi il mobilificio è seguito dalle 3 figlie. Il funerale di Giancarlo si terrà martedì 22 febbraio nella chiesa parrocchiale di Ponte Nuovo di Magenta, alle 15.00

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

A Magenta Giancarlo era molto conosciuto sia per il lavoro sia per il buon carattere. Il nipote Paolo Tiramani, figlio della sorella Luigina e sindaco di Borgosesia, la bella cittadina piemontese, ha voluto lasciare un ricordo dello zio.” Ciao Zio Hai lottato contro un male che da troppo tempo ti aveva devastato fisicamente. Eri un grande lavoratore e una persona genuina. Se ne va oggi un pezzo della nostra famiglia. Riposa in pace”

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Giancarlo Pirovano,funerale. Magenta. Giancarlo Pirovano è salito al cielo - 20/02/2022
Ilaria Maria Preti

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.