Disagi? Fragilità? Il progetto inclusione parte a Magenta

Mercoledì 16 febbraio partirà il primo appun-
tamento in calendario di incontri di informazione avviato da “ConTEsto”, progetto
di inclusione verso una cittadinanza
attiva. Il progetto, che ha tra gli obbiettivi,
quello di costruire una rete per l’inclusione, è promosso dalla Comunità Pastorale di Magenta e dalla Consulta Diocesana insieme alla Fondazione “Dopo di Noi” e a molte associazioni, enti e cooperative sociali attive
sul territorio magentino.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Per costruire questa “rete-per-inclusione” il
progetto ha individuato gli ambiti (i “conte-
sti”) su cui lavorare, acquisire informazioni e
consapevolezze e decidere come attivarsi insieme.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

“Il primo contesto che inizierà questo percorso sarà quello legato all’ambito parrocchie ed oratori del Decanato: educatori, catechisti ed operatori laici e religiosi avranno l’occasione per trovarsi e condividere difficoltà, fatiche, proposte e in-formarsi, insieme, per costruire contesti di inclusività – spiega Gianluca Casula,
del gruppo di coordinamento del progetto – L’oratorio domenicale, il Grest, la catechesi per iniziazione cristiana sono luoghi privilegiati
per vivere l’attenzione e l’accoglienza verso chi è fragile.”

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Bed & breakfast La Scala a Rho

Gli incontri per catechisti ed educatori parroc-
chiali saranno guidati dalla Dott.ssa Manue-
la Salvadori (psicopedagogista, esperta nei processi formativi e counsellor professionale), dalla Dott.ssa Paola Pagani (pedagogista esperta in analisi applicata del comportamento) e dal Dott. Marco Zanisi
(pedagogista clinico).

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.