MilanoBonolaLottoMilano città metropolitana

Inseguimento della polizia tra piazzale Lotto e via Sant’Elia. Ecco la storia

Un inseguimento tra le vie di Milano ha rischiato di avere gravi conseguenze a causa della fuga dalla polizia di 3 spacciatori marocchini. Lo scorso 27 gennaio nel pomeriggio a Milano, tra via Sant’Elia e via Natta, la Polizia di Stato ha arrestato 3 marocchini di 21, 28 e 31 anni per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e per detenzione di stupefacenti ai fini spaccio alla fine di un lungo inseguimento che si è concluso con un incidente stradale.

Pubblicità

Cosa è successo

Gli agenti della squadra investigativa del Commissariato Bonola avevano visto un’auto di grossa cilindrata vicino di Piazzale Lotto con i 4 uomini a bordo e imposto loro l’alt per un controllo. L’autista però ha schiacciato l’acceleratore dando il via d un inseguimento tra le vie cittadine. Presto ai poliziotti che stavano inseguendo l’auto sono arrivati i rinforzi di un equipaggio delle volanti della questura.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

Presa da due lati l’auto dei fuggitivi è arrivata all’incrocio tra via Sant’Elia e via Natta. l’autista ha perso il controllo e ha urtato contro alcune auto che stavano transitando, e poi contro il new-yersey spartitraffico. I 4 hanno abbandonato l’auto e tentato la fuga a piedi all’interno del parco del Monte Stella. I poliziotti li hanno rincorsi e sono riusciti a circoscriverne e bloccarne 3. uno di loro ha colpito un poliziotto con una pietra, ferendolo. la prognosi è di 15 giorni.

Pubblicità

Nell’auto distrutta rimasta sul viale c’erano 200 grammi di eroina e 50 grammi di hashish, che sono ovviamente state sequestrate. Le indagini nono sono finite. i poliziotti sono ben decisi a trovare anche il quarto uomo.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.