OssonaMilano città metropolitana

Incidente al semaforo maledetto di Ossona. Autisti al Pronto Soccorso

Ossona, questa mattina alle 7.32 c’è stato un incidente stradale fra due automobili, all’altezza dell’incrocio fra via Bosi e la tangenziale di Ossona, dove c’è un semaforo. Per fortuna non ha avuto gravi conseguenze anche se ambedue gli autisti hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso dell’ospedale Fornaroli di Magenta per dei controlli. Il semaforo a quell’incrocio è stato messo qualche anno fa dopo una lunga serie di incidenti stradali, nell’ultimo dei quali un uomo ha perso l’uso delle gambe.

Pubblicità

Stamattina la nebbia era fitta. Come sempre la coltre si trova su quell’incrocio. Venendo da Casorezzo e da Magenta, ungo la tangenzialina si vede la luce del semaforo solo quando si è troppo vicini. Quando si conosce la strada e si sa dell’esistenza del semaforo, si rallenta moltissimo, ma quando non la si conosce e si è concentrati a cercare di distinguere possibili ostacoli, il semaforo, rosso o verde che sia, appare all’improvviso.

Pubblicità

cambiamenti. Social journalism

L’incidente stradale di oggi a Ossona

Non è questo però il caso dell’incidente stradale di questa mattina. Infatti una delle due auto veniva da Arluno e l’altra da via Bosi di Ossona. Il semaforo era verde per ambedue. Un’auto stava andando dritta verso Arluno, attraversando l’incrocio. L’altra invece arrivava da Arluno e stava per girare a sinistra verso Magenta. La dinamica dell’incidente è chiara, ed è al vaglio delle assicurazioni, ma quell’incrocio ha la necessità di essere rivisto dal punto viabilistico per dargli una maggior sicurezza, prima che si verifichi un altro incidente grave. Ci vorrebbero alcuni lampioni gialli, la strada è della provincia di Milano.

Pubblicità

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.